Imprenditore muore dopo aver ricevuto la terza dose: aperta un’inchiesta!

0
344
imprenditore covid,

Imprenditore Covid, muore poco dopo aver ricevuto la terza dose: sulla vicenda si apre un’inchiesta. Accade in Abruzzo, ad un noto imprenditore di Lanciano. Quest’ultimo è stato ritrovato privo di vita dalla moglie all’interno del proprio ufficio ieri sera. Un decesso avvenuto a poche ore di distanza dalla somministrazione della terza dose, ricevuta nella stessa mattinata. L’uomo aveva 60 anni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118. A riguardo è stata aperta un’inchiesta per accertare le cause della morte.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccini Covid, l’annuncio del direttore dell’Aifa: “Nessuna quarta dose, sarà richiamo annuale!”

Imprenditore Covid: dal vaccino alla morte

no vax laccio emostatico, nuovo decreto legge covid eric clapton vaccino, sicilia famiglia no vax, esenzione vaccino digitale, imprenditore covid,Nessuna correlazione certa tra la somministrazione della terza dose e la morte dell’uomo. Ciò che al momento si conosce è soltanto che quest’ultimo sia morto nel suo ufficio. Il tutto avvenuto a poche ore dalla somministrazione della terza dose. Si tratta di un imprenditore abruzzese, noto nel mercato delle gomme. Di Lanciano, in provincia di Chieti, dall’età di 60 anni. A ritrovare il corpo è stata la moglie che ha subito allertato il 118 ed i carabinieri. Purtroppo inutile l’intervento dei primi mentre i secondi a riguardo hanno aperto un’inchiesta. Lo scopo sarà accertare le cause di morte dell’imprenditore. Dai racconti dei familiari l’uomo non soffriva di nessuna patologia pregressa.

Ti consigliamo come approfondimento – Shock, ospedale gli nega il trapianto di cuore perché non è vaccinato contro il Covid!

Imprenditore Covid: altri casi di decessi simili

aifa approva vaccino bambini eric clapton vaccino, imprenditore covid,La morte dell’imprenditore sessantenne si aggiunge ad una lista di nomi, seppur non così numerosa. Tuttavia, nei giorni scorsi, la Procura di Bari aveva aperto un fascicolo simile a quello dell’imprenditore abruzzese. Lo ha fatto nei confronti di un 56enne di Nardò. La vittima in questo caso era stata portata al Policlinico di Bari per un peggioramento del suo stato di salute. La famiglia sostiene che quest’ultimo sia iniziato dalla somministrazione della terza dose vaccinale. Inizialmente avrebbe accusato un primo malore nell’Hub vaccinale per poi riprendersi. Successivamente, tornata a casa, i malori sono sempre più cresciuti, sino al ricovero (prima) e alla morte (poi).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 − 7 =