Imprenditore napoletano insultato sui social dai No Vax:”Devi morire”

0
35
Imprenditore napoletano insultato

Imprenditore napoletano insultato sui social per aver richiesto nella sua azienda il Green Pass. L’imprenditore è stato insultato e minacciato sui social da alcuni No vax contrari al certificato Verde. L’uomo gestisce un’azienda di animazione nella quale tutti i lavoratori sono muniti di Green Pass.

Ti consigliamo come approfondimento-Caso Ikea, i lavoratori senza Green Pass costretti a mangiare per terra

Imprenditore napoletano insultato dai no vax

no vax perquisizioniUn imprenditore napoletano di 43 anni, di nome Daniele Maffettone, è stato insultato e minacciato da parte dei no vax. L’imprenditore è stato accusato di essere a favore del Green Pass. Infatti, nell’azienda di animazione, che lui gestisce da 10 anni, ogni lavoratore possiede il certificato verde. L’imprenditore poiché lavora nel settore delle animazioni per bambini ha preteso il Green Pass per tutti i suoi dipendenti. Ha comunicato, infatti, sulla pagina Facebook della sua azienda tale notizia. Infatti, ha scritto: “tutti i nostri animatori ed artisti sono muniti di green pass. Prenota una festa all’aperto o al chiuso in completa sicurezza”. Da questo momento in poi è stato insultato e minacciato di morte da alcuni no vax. Dopo appena qualche ora dalla pubblicazione del post, infatti, l’uomo è stato minacciato di morte e gli è stato augurato di avere il cancro.

Ti consigliamo come approfondimento-Blitz ai no vax, perquisizioni in tutta Italia: “Progettavano azioni violente”

Imprenditore napoletano insultato, rimane incredulo

Nelle prossime ore l’imprenditore deciderà se intervenire per vie legali contro questi no vax oppure la sciar perdere. L’imprenditore non si aspettava tutto questo putiferio. Infatti, già in passato aveva informato sulla pagina Facebook sulle dotazioni di mascherine, gel igienizzante e rispetto della distanza di sicurezza. L’imprenditore ha inoltre detto di essersi vaccinato con il “mix” di AstraZeneca e Pfizer e di non essersi pentito di ciò che ha scritto. Infatti, ha detto: “Non sono io che devo tornare indietro sui miei passi anzi loro si devono rendere conto di aver esagerato con le offese.” L’imprenditore ha anche sottolineato come la maggior parte dei suoi clienti siano felici che siano tutti dotati di Green Pass.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − 14 =