Inchiesta Juve, Codacons: “Se vero retrocessione e revoca scudetti”

0
426
inchiesta Juve codacons
Dalla pagina Facebook di Juventus Official e Codacons

Dopo l’inchiesta Juve Codacons con un comunicato ufficiale si dichiara pronto a chiedere la recessione in Serie B della squadra e il ritiro degli scudetti. Il direttore sportivo della squadra, Federico Cherubini ha già negato ogni tipo di accusa dicendosi estraneo ai fatti. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Covid, l’iniziativa: biglietti gratis per Napoli-Juventus per chi si vaccina

Inchiesta Juve Codacons presenta un esposto all’Antitrust 

inchiesta Juve codacons La notizia dell’apertura di un’inchiesta da parte della Procura di Torino per sospette transazioni illecite, era già stata divulgata alcuni giorni fa. Si tratta di un inchiesta che mette sotto il mirino transazioni degli ultimi tre anni. Si ipotizza reato di falso bilancio. Sono già state effettuate perquisizioni nelle sedi di Torino e Milano. Sequestrati i registri contabili dagli anni 2019 al 2021. L’associazione bianconera si è già difesa con un comunicato ufficiale. “Abbiamo operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie. In conformità ai principi contabili e in linea con la prassi internazionale della football industry e le condizioni di mercato”. Dallo scoppio della notizia l’associazione ha però già perso il 5% del valore in Borsa. Sono di questa mattina le dichiarazioni del Codacons che ha definito l’inchiesta come “un vaso di Pandora”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Codacons su Green Pass e Rdc: “Niente reddito a chi non è vaccinato”

Inchiesta Juve Codacons pubblica il comunicato ufficiale

inchiesta Juve codacons, focolaio covid messina brescia
Logo del Codacons

Il presidente dell’associazione in difesa dei diritti dei consumatori, Marco Donzelli, ha descritto il quadro accusatorio contro la società come “molto grave”. Gettando inoltre “una luce sinistra sugli ultimi campionati di calcio”. Il Codacons ha affermato di essere pronto a presentare un esposto all’Antitrust se le accuse dovessero rilevarsi fondate. “Se la Juventus dovesse essersi illegittimamente avvantaggiata sui club rivali con operazioni di questo tipo allora verrebbe meno la regolarità degli ultimi campionati di calcio. E, come conseguenza, la Federazione e l’Authority per la concorrenza del mercato dovranno intervenire. E sanzionare i responsabili. Al di là delle responsabilità individuali, il club non potrà andare esente da punizione. Per questo e a tutela di migliaia di tifosi presenteremo un esposto all’Antitrust ed alla Procura Federale. Chiedendo la retrocessione del club bianconero in Serie B. Nonché la revoca degli ultimi scudetti vinti con l’ombra di queste operazioni potenzialmente illecite”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 − 9 =