Incidente Roma, parla per la prima volta lo youtuber al volante: “La mia vita è rovinata”

0
581
incidente roma, incidente roma sopravvissuto, incidente stradale youtuber, incidente roma video, incidente roma interrogatorio, incidente Treviso

Incidente Roma interrogatorio a Matteo di Pietro, il 20enne alla guida del suv che ha travolto una smart causando la morte del piccolo Manuel di 5 anni. Di Pietro è stato ascoltato per circa un’ora riguardo l’incidente. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Docente assenteista per 20 anni si difende: “Ricostruirò la vicenda, ho i documenti, ma ora sono al mare”

Incidente Roma interrogatorio: le prime dichiarazioni di Matteo di Pietro 

Arrestato youtuber, incidente roma interrogatorio
Dal canale YouTube “The borderline”

Il 20enne youtuber di professione e conosciuto insieme ad altri ragazzi per il gruppo The Bordeline, molto attivo su YouTube per diverse challenge dallo stampo americane che facevano milioni di visualizzazioni. Dall’incidente ormai avvenuto qualche settimana fa, Matteo di Pietro era in silenzio stampa. Dopo la notizia della sua espatriazione e poi la smentita, lo youtuber è stato posto agli arresti domiciliari per paura di una fuga o dell’inquinamento di prove. A settimane dall’incidente è stato ascoltato davanti al gip. Il ragazzo è accusato di omicidio stradale aggravato dalle circostanze che lo vedevano alla guida della Lamborghini che era stata noleggiata per una challenge da pubblicare su YouTube. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Incidente Casal Palocco, arrestato youtuber Matteo Di Pietro: risultato positivo alla cannabis

Incidente Roma interrogatorio: la difesa degli altri youtuber

incidente roma interrogatorio “La mia vita è rovinata. Vorrei tanto tornare indietro, ma non è possibile” Sarebbero queste le prime dichiarazioni del ventenne che è stato ascoltato per oltre un’ora dal gip. Durante queste settimane le analisi sulle macchina hanno confermato l’elevata velocità a cui il suv stava andando e che ha provocato un impatto così violento sulla smart di cilindrata molto minore. Sembrerebbe che Di Pietro guidasse ad una velocità di circa 125 km orari al momento dell’impatto. Gli altri ragazzi in macchina che sono stati già ascoltati avrebbero confermato questa versione. “Gli abbiamo detto più volte di rallentare”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Sistema pensioni, arriva la Quota 41: ecco cosa prevede e quando entrerà in vigore

Incidente Roma interrogatorio: il legale del ventenne

pulizia covid-19 calabria autodichiarazione, concorso cancellieri esperti decreto legge pasqua, riforma giustizia processo penale, processo clan mascitelli reddito cittadinanza, cina magistrato robot, polizia protesta pensioni, incidente roma interrogatorio L’avvocatessa Antonella Benvenuti è il nuovo legale che ha preso in carica il caso di Matteo Di Pietro. Dopo l’interrogatorio con il gip ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Questa è una tragedia per tutti. Il mio assistito è distrutto così come la famiglia di Manuel: sono due famiglie distrutte. In questa questa attendiamo l’esito delle consulenze tecniche disposte dalla Procura sui dispositivi sequestrati e sulla velocità del Suv”.