Femminicidio Roma: Marocchino uccide la sua ex, l’infermiera freddata a 52 anni

0
869
Infermiera uccisa
Dal profilo Facebook di Rossella Nappini vittima di femminicidio

Infermiera uccisa. L’ennesimo femminicidio di quest’anno si è consumato a Roma intorno alle 17 del 5 settembre. L’uomo di origini marocchine ha 45 anni ed è accusato di omicidio volontario in seguito alla morte dell’ex fidanzata. Rossella Nappi aveva 52 anni ed era un’infermiera prima di essere freddata in un palazzo tra Primavalle e Trionfale.

Ti consigliamo come approfondimento- Giulia Tramontano, l’abbraccio con l’altra donna di Impagnatiello: le ultimi immagini prima dell’omicidio

Infermiera uccisa, l’ex fidanzata accusato di omicidio aggravato dalla premeditazione

omicio avellino mamma, Infermiera uccisaInfermiera uccisa, si chiamava Rosella Nappi la 52enne infermiera freddata nell’androne di un palazzo romano. Adil Harrati è il nome del suo ex fidanzato accusato di omicidio aggravato dalla premeditazione. Il marocchino è stato rintracciato dopo ben 10 ore di ricerche ed è stato trasferito al carcere di Regina Coeli. Da quanto si è saputo l’uomo si sarebbe presentato sul luogo del delitto già armato di coltello. i Carabinieri hanno deciso di contestargli l’aggravante della premeditazione. L’uomo e la donna avrebbero avuto una relazione sentimentale troncata infine dall’infermiera. Adil non si sarebbe mai arreso all’idea di essere stato lasciato ed è per questo che l’ha uccisa. Il 45 enne è stato trovato dalla Squadra Mobile nella tarda serata di ieri dopo oltre 10 ore di lavoro sul campo.

Ti consigliamo come approfondimento- Ginecologo condannato per violenza e stupro a 277 anni e 80 giorni di carcere

Testimonianze sull’accaduto e le parole della sorella della vittima

omicidio suicidio sassuolo minacce, Infermiera uccisa“Ho sentito le urla, una chiamata d’aiuto e poi più nulla. La conoscevo, una donna molto riservata che metteva il lavoro al primo posto”. Queste le parole di una donna vicina di casa della vittima. Forti anche le parole della sorella della vittima. “Purtroppo questa volta non sono riuscita a salvarti ma una cosa è certa. Starai vicino a papà come volevi. Rip sorella mia” questo il messaggio social di Monica Nappini.  Intanto dalle prime analisi si è appreso che Rossella in occasione del suo compleanno aveva avviato una raccolta fondi per “Casa delle donne per non subire violenza”.

Ti consigliamo come approfondimento- La violenza sessuale è un problema che riguarda tutti noi: nessuno escluso

La parola alle associazioni contro la violenza sulle donne

Donna massacrata pugni, Infermiera uccisaElisa Ercoli presidente dell’associazione “Differenza Donna” si lascia andare a dichiarazioni davvero forti e toccanti in merito. “Le donne che vogliono liberarsi dalla violenza non incontrano la realizzazione del loro sacrosanto diritto di dire basta” . La Ercoli afferma che le donne che cercano di uscire dalle relazioni violente lo fanno rischiando la vita. La presidente dell’associazione e responsabile del 1522 si auspica che la violenza di genere diventi parte integrante dell’agenda politica del paese. Vuole che avvenga una rivoluzione. Che si stanzino dei fondi straordinari affinché si possa stravolgere la visione patriarcale ancora insita nella nostra società. Intanto un’altra vittima è stata fatta e solo l’autopsia ci potrà dare maggiori dettagli sull’aggressione.