Inseminazione artificiale fai da te: ragazza diventa madre grazie a un kit online da 30€

0
121
Bimbo sordo meningite, napoli mamma muore

Inseminazione artificiale fai da te, e funziona pure. È la storia di una donna di 25 anni che ha comprato un kit di inseminazione artificiale online a 30 euro. Da lì è poi rimasta incinta fino alla nascita, lo scorso luglio, del suo bambino, che porta il nome di Lorenzo. Una vicenda resa possibile grazie allo sperma di un donatore trovato online. La donna in questione si chiama Bailey Ennis ed ha scelto questa soluzione perché le piacciono le donne ma allo stesso tempo voleva diventare madre. Così si decide a comprare un kit fai da te e, dopo 9 mesi, diventa finalmente madre. 

 Ti consigliamo come approfondimento – Lo spot LGBT di Idealista diventa virale sul web: sponsorizza il Pride (e non solo)

Inseminazione artificiale fai da te: la storia di Bailey Ennis 

Inseminazione artificiale fai da te, neonata ricoverata droga, napoli mamma muoreBailey Ennis è una donna a cui piacciono le donne ma che allo stesso tempo vuole diventare madre. Tuttavia non ha la minima intenzione, giustamente, di intraprendere una relazione con un uomo. Dunque deve ingegnarsi per poter aver un bambino senza avere un rapporto con un uomo. Decide dunque di optare per l’inseminazione artificiale. Lo fa però in maniera autonoma, con un kit fai da te. Su internet trova un donatore disposto a darle il suo liquido seminale e così, con un contenitore, una siringa e un test di gravidanza, effettua da sola l’inseminazione. Il tutto alla modica cifra di 30 euro. Nulla insomma se paragonato ai costi ospedalieri dei privati. 

Ti consigliamo come approfondimento – Post di Salvini e Pillon contro il Pride: la polemica finisce per annientarli

Inseminazione artificiale fai da te: il periodo della gravidanza 

Inseminazione artificiale fai da te, nomi vietati, Chiara Nasti gender reveal partyBailey Ennis è così rimasta incinta. Subito, al primo tentativo. Dopo aver effettuato l’inseminazione artificiale tramite il kit fai da te ha effettuato subito il test. Non poteva credere al risultato. Così da quel settembre 2021 ha dovuto soltanto portarlo in grembo ed aspettare lo scorrere dei mesi. A luglio infine è nato suo figlio, Lorenzo. “Volevo essere madre da quando ero adolescente anche se avevo realizzato di essere lesbica” racconta. “Sapevo che l’avrei quindi dovuto fare con l’inseminazione artificiale, perché non volevo una relazione con un uomo ma soltanto un bambino”. Poi un commento sul suo pargolo: “Lorenzo è incredibile e mi somiglia moltissimo” afferma sorridente e felice osservando il suo bambino. 

Ti consigliamo come approfondimento – Milano, aggressioni omofobe durante la Gay Week

Inseminazione artificiale fai da te: le parole di Bailey Ennis 

LGBT, Inseminazione artificiale fai da te,Essere una mamma è bellissimo e sono veramente felice di averlo fatto da sola”. Così Bailey Ennis inizia il racconto della sua esperienza. “Per farlo ho usato un sito che registra i donatori di seme ed ho cercato qualcuno che risultasse sano ed affidabile”. Da qui: “Ho trovato un donatore che aveva già donato il suo seme per due coppie Lgbtq, così ho deciso di contattarlo su Whatsapp”. Poi: “Abbiamo preso un caffè ed è venuto a casa nel momento in cui ho ovulato”. Riguardo quel momento racconta: “Non è stato per niente imbarazzante e siamo d’accordo che sarà nuovamente il mio donatore se vorrò avere altri bambini che così saranno fratelli di Lorenzo”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + 15 =