Le 10 cose che abbiamo smesso di fare da quando esiste internet

0
95
internet

Internet ha cambiato le nostre vite. L’informazione è alla portata di tutti e gli strumenti che abbiamo ci permettono di fare (quasi) ogni cosa. Molti compiti sono stati semplificati, riducendo tempi, costi e fatica. Sono diverse, infatti, le azioni che non compiamo più – o che svolgiamo in maniera differente – grazie all’avvento di internet. Quali? Focus ne ha indicate ben 10!

Ti consigliamo come approfondimento – Divorzi tramite app: la tecnologia diventa tomba dell’amore

Internet: come è cambiata l’informazione

PAROLE ITALIANE internet

  • Non leggiamo gli annunci sui giornali. Prima dei moderni siti di annunci immobiliari, di lavoro e/o di compravendita, lo strumento principale di ricerca era il giornale. Oggi, con pochi click, si può inviare un curriculum, compare online e vedere in anteprima foto e caratteristiche di immobili.
  • Non chiediamo più l’intervento di un esperto. Il web è un calderone di informazioni riguardanti ogni aspetto, dalla medicina alla meccanica. Ci si affida sempre meno (o comunque non prima di una valutazione online) a un esperto. La prima operazione è la ricerca di siti, immagini o video tutorial dedicati.
  • Non compriamo e/o consultiamo l’enciclopedia. Fino ai primi anni del nuovo millennio le persone sfogliavano l’enciclopedia per ricercare le informazioni di cui necessitavano. Le cose cambiano nel 2001, con la nascita di Wikipedia (ma anche prima con i CD Rom). La nuova enciclopedia online è libera, gratuita, facilmente fruibile in qualsiasi momento. Vince a mani basse contro l’ingombrante cartaceo.
Ti consigliamo come approfondimento – Parole italiane a rischio estinzione, come salvarle dalla scomparsa?

Comunicare con gli altri

  • cellulare smartphone internetManteniamo i contatti con tutti. Oggi è davvero difficile perdere di vista qualcuno. I social network, attraverso poche semplici indicazioni, permettono di rintracciare chiunque, ovunque. Inoltre, si possono intrattenere lunghe conversazioni via chat o in video-chiamata.  
  • Non ci passiamo più i bigliettini durante i compiti in classe. Non si fa, è vero, ma almeno una volta tutti ci abbiamo provato. Oggi, il rischio di essere beccati dal professore facendo passare tra i banchi un foglietto stropicciato è ridotto dalla messaggistica istantanea. Pochi click e la risposta è dall’altra parte della classe.
  • Non cerchiamo più i numeri sull’elenco telefonico. Dove sono i nostri contatti? Salvati nella rubrica del cellulare. Una volta, invece, si spulciava l’elenco telefonico. Il primo è stato pubblicato il 21 febbraio 1878, negli Stati Uniti. Internet ha ridimensionato le tirature dei vecchi elenchi, semplificando e velocizzando i contatti. Di conseguenza…
  • … nessuno telefona più dalle cabine telefoniche. Tutti conosciamo le classiche cabine rosse di Londra, ma quanti giovani hanno mai utilizzato i telefoni pubblici? Dimentichiamo l’immediata reperibilità dei cellulari. Ognuno, per entrare, doveva aspettare il proprio turno in fila. Le cabine stanno scomparendo, tuttavia sono in sperimentazione versioni tecnologiche, con connessione wi-fi e la possibilità di ricaricare lo smartphone.
Ti consigliamo come approfondimento – Amore e social: piccola guida alle relazioni nel mondo di oggi

Immagini e Tv

netflix bonus tv internet

  • Allarme spoiler! Uno degli aspetti negativi del web è che è davvero difficile tenersi lontano dalle anticipazioni di film e serie tv. Le programmazioni sono sempre a disposizione. I siti streaming trasmettono senza interruzione. Sui social si commentano le puntate. Insomma, lo spoiler è sempre dietro l’angolo.
  • Nessuno noleggia più i film. A proposito di streaming, con l’avvento delle piattaforme digitali e dei siti dedicati all’intrattenimento, non si ha più la necessità di acquistare DVD o noleggiarli. Internet è un’enorme cineteca, disponibile h24 a prezzi modici.
  • Scattiamo e stampiamo foto nell’immediato. Le fotocamere digitali, ma ancor più i moderni e terotecnologici smartphone, hanno sostituito le classiche macchine fotografiche alimentate a pellicole. Possiamo scattare, inviare, condividere, guardare e stampare una foto nell’immediato, solo spostando il pollice sul cellulare. Nessuno aspetta più dal fotografo per lo sviluppo delle fotografie, dopo un lungo e laborioso passaggio nella camera oscura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here