Investimenti online: facciamo il punto sulle strategie di trading più gettonate del momento

0
276

L’interesse per il mondo finanziario in generale e per il trading digitale in particolare è cresciuto molto in Italia negli ultimi anni. Sono aumentati i clienti italiani che si sono lasciati coinvolgere dalle piattaforme digitali per effettuare degli investimenti online e per provare a far fruttare i capitali a loro disposizione.

A dar prova di questa crescita è il rapporto della Consob relativo agli investimenti digitali che sono stati effettuati in Italia nel corso del 2021. Facendo riferimento al solo mercato azionario, dai dati resi pubblici è emerso che lo scorso anno sono state effettuate complessivamente 41 miliardi di transazioni, numero lievemente in riduzione rispetto al 2020 (43 miliardi) ma nettamente più alto rispetto al 2019 (31 miliardi).

Facendo riferimento invece al mondo finanziario nella sua interezza, nel 2021 il 34% della popolazione economicamente attiva ha sfruttato il capitale per operazioni di investimento, con una crescita di quattro punti percentuale rispetto al dato del 2019 (30%). Interessante anche l’aumento della percentuale di investitori che hanno deciso di fare affidamento ai consigli di un professionista del settore (28% nel 2021, 17% nel 2019) e di coloro che hanno dedicato del tempo alla formazione finanziaria, come quella offerta da portali specializzati. Ad esempio, sul sito esclusivo tradingonline.net è possibile trovare suggerimenti e approfondimenti utili al trader che sta muovendo i primi passi all’interno dei mercati finanziari.

Le migliori strategie di trading secondo gli esperti

Seguire i suggerimenti degli esperti del settore può rivelarsi molto vantaggioso, soprattutto per i traders alle prime esperienze che senza alcuna guida potrebbero commettere degli errori banali e facilmente evitabili. Tutti gli esperti concordano sull’utilità di seguire una strategia di investimento e molti di loro si sono espressi riguardo le principali strategie che potrebbero essere sfruttate.

Scalping: operazioni finanziarie nel brevissimo periodo

Una strategia di trading diffusa è il cosiddetto scalping, che consiste nell’aprire e chiudere numerose posizioni finanziarie nell’arco di pochissimo tempo. L’obiettivo dell’investitore che fa scalping è di generare minimi profitti con le singole operazioni, sommando i quali sarà però possibile ottenere un profitto degno di nota.

Chi fa scalping non ha interesse a prevedere i trend del mercato, sarà sufficiente infatti sfruttare le minime oscillazioni del prezzo degli assets, indipendentemente dal loro andamento nel medio-lungo periodo. Se da un lato questa strategia di investimento è potenzialmente molto redditizia, dall’altro espone l’investitore ad un rischio elevato ed alla possibilità di perdere una quota importante del capitale nel giro di poco tempo.

Day trading: operazioni finanziarie nell’arco della giornata

Un’altra possibilità è scegliere una strategia di investimento basata sul day trading. In questo caso le posizioni finanziarie aperte verranno chiuse nell’arco della stessa giornata, cercando dunque di sfruttare le oscillazioni giornaliere del mercato per generare dei profitti. L’orizzonte temporale è più lungo rispetto allo scalping, ma anche in questo caso si tratta di una strategia dal rischio elevato perché presuppone di doversi rivolgere ad assets con volatilità medio-alta per poter ottenere delle oscillazioni di prezzo significative nelle ventiquattro ore.

Trading a medio-lungo termine

Coloro che vogliono puntare meno sulla speculazione possono optare per una strategia di trading a medio-lungo termine. In questo caso l’orizzonte temporale aumenta ed alcune posizioni finanziarie vengono aperte per essere mantenute in portafoglio per mesi, o addirittura per anni. La strategia a medio-lungo termine prevede di investire su quegli assets che potrebbero crescere nel tempo, senza tener conto delle oscillazioni giornaliere o comunque delle variazioni di prezzo nel breve periodo.

Il trading resta comunque un’operazione finanziariamente rischiosa, ma rispetto allo scalping ed al day trading puntando sul medio-lungo termine si riesce ad ottenere una riduzione del rischio, senza dover rinunciare a delle performance finanziarie potenzialmente notevoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 5 =