Ipazia Siracusa, arriva l’assistenza WhatsApp per donne vittime di violenza

0
741
Ipazia Siracusa

Il Centro Antiviolenza Ipazia Siracusa da sempre si occupa di assistere le vittime di violenza domestica attraverso un centralino. Di recente aggiunta è il numero di telefono mobile che consente di contattare le operatrici via Whatsapp in anonimato. A contribuire a questa scelta sono anche le restrizioni dovute al Covid-19.

Ti consigliamo come approfondimento – Donne: 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza di genere

I numeri telefonici di Ipazia Siracusa

ipazia siracusa
Fonte: profilo Facebook ufficiale del Centro Antiviolenza Ipazia Siracusa

Il Centro Antiviolenza Ipazia è una società che fornisce assistenza psicologica e legale gratuita a tutte le vittime di violenza domestica. Il servizio è aperto H24 e mette a disposizione un numero telefonico da comporre in caso di sola consulenza o veri e propri interventi immediati. Ma la novità che Ipazia offre è la possibilità di contattare le operatrici del Centro anche via Whatsapp, mantenendo tuttavia l’anonimato. La notizia è stata pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale di Ipazia Siracusa lo scorso 30 novembre attraverso un manifesto.

Da questa data è, dunque, possibile contattare i seguenti numeri:

  • 0931 492752 per l’assistenza telefonica tradizionale;
  • 349 6224069 per l’assistenza via Whatsapp.

Entrambi i recapiti sono validi e funzionanti per tutto il territorio nazionale.

Ti consigliamo come approfondimento – Joe Biden, le donne sono le vere vincitrici della Casa Bianca

Ipazia Siracusa: la necessità dello sportello di ascolto

ipazia siracusa
Daniela La Runa durante l’intervista a Medical Excellence TV

La decisione di mettere a disposizione anche un numero per la messaggistica è dovuta all’aumento dell’emergenza domestica. Si è registrato, infatti, un notevole aumento di violenza tra le mura di casa a partire dalla nascita del Covid-19. Le restrizioni adottate dal Paese per contenere l’epidemia sanitaria hanno tristemente ingigantito i casi di abusi casalinghi, dato il divieto di uscire dalle proprie abitazioni.

La presidente del Centro Antiviolenza Ipazia Siracusa, Daniela La Runa, ha voluto sottolineare questo drammatico aspetto durante un’intervista a Medical Excellence TV. “È stato un periodo che ci ha angustiato tantissimo”, sono le sue parole. “Quello che ci dicevano durante la pandemia era proprio questa impossibilità di contattare. Si chiudevano in bagno per poter chattare e poi cancellare. […] Anche in questo periodo sono state fatte le denunce e sono stati attivati i percorsi di fuoriuscita dalla violenza.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × quattro =