Nuovi indizi confermano: la nascita del Covid è colpa degli scienziati cinesi

0
251
Ipotesi Covid laboratorio nuovi indizi

Ipotesi Covid laboratorio nuovi indizi emersi dalle ultime analisi. A parlare in merito ai nuovi indizi è il presidente dell’Agenzia Italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù. Sono stati scoperti nuovi indizi su alcune mutazioni avvenute in laboratorio.

Ti consigliamo come approfondimento-Wuhan, pipistrelli in laboratorio: lo rivela un video di SkyNews Australia

Ipotesi Covid laboratorio nuovi indizi emersi dalle analisi

Wuhan pipistrelliSono mesi che si discute sull’ipotesi che il Sars Cov 2 sia stato creato in laboratorio. In merito sono intervenuti diversi virologi che hanno vita ad un vero e proprio dibattito scientifico. Le ipotesi sono state molteplici. Infatti, si è pensato che sia scaturito da esperimenti su animali oppure che si sia creato in modo naturale, come spesso accade. Molti concordano però con la prima. Infatti, si crede che sia stato creato peer studiarne le conseguenze sull’uomo. Della stessa opinione è il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù. Palù è anche professore emerito dell’Università di Padova ed è stato presidente della Società Italiana ed europea di Virologia. In un’intervista il virologo sostiene: “Lo spillover con salto di specie animale-uomo potrebbe essere stato compiuto per cause accidentali da un virus del pipistrello sperimentalmente adattato a crescere in vitro”.

Ti consigliamo come approfondimento-L’origine del Covid sarebbe animale: i risultati delle ricerche dell’OMS

Ipotesi Covid laboratorio nuovi indizi: parla Giorgio Palù

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’AIFA-Agenzia Italiana del Farmaco

Nell’intervista Palù dice anche: “Il ceppo prototipo di Wuhan e tutte le varianti che ne sono derivate presentano una caratteristica affatto peculiare. Nel gene che produce la proteina Spike appare inserita una sequenza di 19 lettere appartenente a un gene umano. Tale sequenza è assente da tutti i genomi dei virus umani, animali, batterici, vegetali sinora sequenziati. La probabilità che si tratti di un evento casuale è pari a circa una su un trilione. Una sequenza essenziale perché conferisce al virus la capacità di fondersi con le cellule umane e di determinare la malattia. Si può ipotizzare una manipolazione effettuata per soli scopi di ricerca non certo con intenzioni malevole. Non sarebbe la prima volta che un virus scappa per sbaglio da un laboratorio ad alta sicurezza. Per validare quale delle ipotesi in campo sia più verosimile, sarebbe auspicabile la collaborazione delle autorità cinesi”.

Ti consigliamo come approfondimento-Covid: cosa nascondono OMS e Pechino? Ecco le parole della virologa Yan

Ipotesi Covid laboratorio nuovi indizi: comunità scientifica divisa

Contagi Covid GiovaniAlcuni scienziati sostengono l’ipotesi che il virus sia sfuggito dal laboratorio di Wuhan dopo una manipolazione. Tale manipolazione è avvenuta tramite modificazioni genetiche che consentono l’acquisizione di alcune capacità che l’agente non ha avuto. La maggior parte della comunità scientifica ha sempre sostenuto che il virus abbia una conformazione naturale. Ma le indagini compiute dai servizi segreti americani hanno acceso il dibattito. Ci sono, infatti, alcune non identificazioni di alcune sequenze del virus che rendono difficile la sua identificazione. Per riuscire a mettere una parola fine al dibattito sarebbe necessario poter collaborare con il laboratorio di Wuhan. Ma tale collaborazione, al momento, resta impossibile dato che le autorità cinesi non permettono l’accesso a scienziati esterni. Bisogna chiedersi se sapremo mai la verità in merito alla nascita del virus che per due anni non ci ha permesso di vivere.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + quindici =