Ischia suore violenze e botte su minori nell’orfanotrofio: l’isola sotto shock

0
55
Ischia suore

Ischia suore violente picchiavano minori in affido nell’istituto religioso. L’indagine partita dopo la segnalazione video di una ragazzina. Una suora è ripresa nell’atto di percosse ai danni di due minori di 4 e 8 anni. Dall’inchiesta emerge che l’episodio non è isolato. Microfoni, telecamere e interviste ai bambini portano all’arresto di una suora e divieto di dimora per tre consorelle. Fra loro la madre superiora eletta “Ischitano dell’anno”.

Ti consigliamo come approfondimento-Orrore in asilo, calci e insulti ai bambini. Maestra incastrata dai video

Ischia suore violente sotto inchiesta: un arresto e tre divieti di dimora in Campania

Quanto scoperto nell’istituto religioso Santa Maria della Provvidenza di Casamicciola Terme, a Ischia, nel comune di Napoli, lascia attoniti chiunque. L’istituto ospita minori in attesa di affidamento o adozione, in genere in seguito a provvedimenti giudiziari. Non solo, la struttura è adibita anche a centro di formazione e educazione. Attraverso il corrispettivo pagato privatamente dai genitori, è possibile ospitare bambini esterni. Tra le mura dell’istituto, però, sono stati consumati atti aberranti. Una ragazzina ha registrato, tramite telefonino, una suora che in sala mensa picchia ripetutamente un bambino di 4 anni. Capelli tirati, schiaffi e percosse sotto gli occhi dei bambini sotto shock. 

Nel video si può notare l’intervento del fratellino del piccolo, 8 anni, che viene colpito con un manrovescio. Lo schiaffo in pieno viso causa un’epistassi al bambino. Tuttavia, l’episodio non è isolato. La testimonianza è arrivata al commando dei carabinieri di Ischia, al comando del capitano Tiziano Laganà. Aperta un’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone, sezione Fasce deboli, e delegata ai carabinieri di Ischia. Attraverso attività tecniche, quali telecamere e microfoni nella struttura, ed escussioni di minori in modalità protetta, sono state fatte delle scoperte agghiaccianti. Maltrattamenti su minori e lesioni personali, calci, ciabatte sulle mani, tirate di capelli e schiaffi alla nuca. Non solo, le suore intimavano il silenzio ai piccoli ospiti e li privavano del cellulare. Per evitare riprese e foto.

Ti consigliamo come approfondimento-Violentava i bambini dell’asilo in cui lavorava: 14 anni di carcere per lui

Ischia suore indagate per violenza su minori: l’isola è sotto shock, le parole dell’ex sindaco

Sotto accusa 4 suore. Marie Georgette Rahasimalala, 55 anni, nata in Madagascar è in arresto al carcere di Pozzuoli. Le altre tre, invece, punite con divieto di dimora in Campania. La suora malgascia Noeline Razanadraozy, 52 anni; la filippina Alice Albaracin Curay, 48; la madre superiore suor Edda, nata Angela De Bonis, 81, originaria di Qualiano. Accusate di maltrattamenti, lesioni e violenza privata in concorso con le aggravanti di abusare della condizione di inferiorità fisica e psichica determinata dall’età delle vittime nonché di commettere i reati all’interno di istituto di educazione e formazione.

I carabinieri di Ischia hanno eseguito 4 misure cautelari. Le misure sono state emesse dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura nell’ambito di indagini condotte dalla IV Sezione Indagini “tutela delle fasce deboli della popolazione”. La madre superiora aveva festeggiato da poco 60 anni di professione e 25 di presenza a Casamicciola. Premiata con una civica benemerenza dal Comune, come “Ischitano dell’anno”. Le suore erano le responsabili della mensa e del doposcuola. L’isola è sgomenta e l’ex sindaco, Giovan Battista Castagna, incredulo. “Sono sconvolto e amareggiato per la notizia di oggi, del tutto inattesa e ho piena fiducia nelle indagini della magistratura, ma non posso che dire un gran bene di suor Edda e di quanto ha fatto per la comunità di Casamicciola, esprimendo perplessità per i reati di cui è accusata”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − quattro =