In Italia scoppia l’epidemia del morbillo: già 213 casi da gennaio ad ora. Gli esperti: “Bisogna vaccinarsi!”

0
124

Italia epidemia morbillo: registrati 213 casi nel 2024, principalmente tra non vaccinati. Le complicazioni aumentano, ma la vaccinazione diminuisce. Esperti avvertono che l’epidemia potrebbe peggiorare, sottolineando l’urgente necessità di un’alta adesione alla vaccinazione.

Ti consigliamo come approfondimento-Omicidio Cerciello Rega: il procuratore chiede 23 anni di carcere per i due assassini

Italia epidemia morbillo: 213 casi in 3 mesi

Italia Ospedali classificaL’Italia è di nuovo in prima linea contro una battaglia che sembrava già vinta: il morbillo. Con 213 casi segnalati nel primo trimestre del 2024, l’incidenza nazionale raggiunge una cifra preoccupante. Si parla di 14,5 casi per milione di abitanti, con la fascia di età 0-4 anni e 15-39 anni come le più colpite. L’88% dei contagi riguarda persone non vaccinate, un dato che riflette l’inquietante declino della copertura vaccinale nel paese. L’aumento dei casi è significativo rispetto all’anno precedente, soprattutto durante i mesi invernali. Il Lazio, la Sicilia e la Toscana riportano complessivamente il 68% dei casi totali, con il Lazio che registra l’incidenza più alta (44,9/milione). Il 26,3% dei casi riporta almeno una complicanza, con epatite e polmonite come le più frequenti. La trasmissione avviene principalmente in ambito familiare.

Ti consigliamo come approfondimento-Chiara Ferragni nei guai: l’Antitrust apre inchiesta sulle uova di Pasqua, l’influencer rischia una multa

Italia epidemia morbillo: parlano gli esperti

omicron bassetti,
Dalla pagina Facebook ufficiale del virologo Matteo Bassetti

Il primario di Malattie Infettive del policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, mette in guardia. Bassetti dichiara: “Questi numeri confermano che è partita un’epidemia e questo è solo l’inizio. Il peggio deve arrivare e temo che sarà a cavallo dell’estate”. Il caso di encefalite in un giovane adulto non vaccinato dimostra le gravi conseguenze che il morbillo può avere. Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, esorta all’azione urgente. Infatti, ha dichiarato: “I tassi di vaccinazione sono in calo, un campanello d’allarme che non va sottovalutato. Occorre favorire un’altissima adesione tra la popolazione. Avevamo iniziato a immaginare l’eliminazione di questa malattia anche in Italia. Questi dati ci fanno tornare indietro”.

Ti consigliamo come approfondimento-Bacoli, rivoluzione dei lavoratori: Il Sindaco Della Ragione impone salario minimo a 9 euro all’ora

Italia epidemia morbillo: vaccinazione necessaria

braccio finto vaccino, anticipo terza dose, nuovo decreto legge covidIl morbillo, altamente contagioso, colpisce il 90% delle persone suscettibili esposte a un individuo infetto e può causare gravi complicazioni nel 30% dei casi. La vaccinazione è fondamentale per proteggere sé stessi e gli altri. Nonostante i progressi scientifici, il declino delle coperture vaccinali è preoccupante e non deve compromettere la salute pubblica. È essenziale intervenire urgentemente per evitare conseguenze irreversibili. La vaccinazione non è solo un atto di responsabilità individuale, ma un dovere verso la comunità. Protegge anche coloro che non possono essere vaccinati, come i neonati o le persone immunocompromesse. Inoltre, previene gravi complicazioni e costi associati alla malattia. Promuovere una cultura della vaccinazione è cruciale per contrastare efficacemente l’epidemia di morbillo. È necessario fornire informazioni accurate, contrastare la disinformazione e coinvolgere attivamente la comunità. La vaccinazione contro il morbillo è cruciale per prevenire la diffusione della malattia e ridurre il rischio di complicazioni gravi.