Daniele Ciniglio da Ottaviano conquista Italia’s Got Talent con “la Camorra è uno scherzo”

0
2631
Daniele Ciniglio

Ha emozionato tutti i giudici e gli spettatori di Italia’s Got Talent. Il suo monologo sulla Camorra ha conquistato quattro “SÌ”, la standing ovation del pubblico, migliaia di like e condivisioni sui social. Si tratta di Daniele Ciniglio, il giovanissimo attore che ha gridato senza paura che “La Camorra è uno scherzo”. Ha 25 anni e viene da Ottaviano, in provincia di Napoli. E noi di Informa Press siamo riusciti a intervistarlo.

Ti consigliamo questo approfondimento – Violenza sulle donne: a Ottaviano l’informazione parte dalle scuole

Italia’s Got Talent: “La Camorra è uno scherzo”

Daniele Ciniglio da Ottaviano conquista Italia's Got Talent con "la Camorra è uno scherzo"Ciao Daniele e grazie per aver accettato di raccontarti ai lettori di Informa Press. Partiamo dal tuo più recente successo, la tua esibizione a Italia’s Got Talent. Ti aspettavi un simile risultato? Com’è nata l’idea di partecipare?

“L’idea di partecipare a Italia’s Got Talent è nata dopo la creazione del monologo. In realtà, lo avevo già preparato in una versione diversa per la mia pagina “La mia routine”. Quando uscirono gli annunci dei casting, siccome ero molto fiero del video che avevo realizzato, ho deciso di mandarlo a Italia’s Got Talent. La redazione lo ha apprezzato molto e sono andato a Roma a fare i casting. Sono rimasto in contatto con gli autori del programma per tutta l’estate per rivedere un po’ il pezzo e a inizio settembre c’è stata la registrazione. L’emozione è stata veramente grande. Il pubblico mi ha premiato con una standing ovation e sono molto contento per le parole dei giudici di Italia’S Got Talent, soprattutto per quelle di Frank Matano.”

Il tuo monologo sulla Camorra ha emozionato tutti. C’è stato un evento in particolare che ti ha ispirato a scriverlo o è un’idea nata col tempo?

“Il monologo sulla Camorra è un pezzo che ho sempre voluto fare, ma che ho sempre avuto paura di fare. Non tanto per l’argomento, che ho sempre trattato senza paura di espormi. Ma non volevo rischiare di trattarlo in modo banale. Poi però sono successe una serie di cose: macchine incendiate, bombe carta, sparatorie. E allora ho deciso di abbandonare ogni timore e prendere una posizione. L’espressione “la Camorra è uno scherzo”, ripetuta nel monologo, significa che la Camorra è una condanna alla quale purtroppo ci abituiamo fin da piccoli. Tuttavia soltanto smontandone l’autorità, le si toglie quel potere e quella forza che ci spaventano, ma che allo stesso tempo dobbiamo trovare il coraggio di combattere.”

Ti consigliamo questo approfondimento – Mimmo Beneventano: Ottaviano ricorda la vittima innocente della camorra

Daniele Ciniglio si racconta

Daniele CiniglioParlaci un po’ di te. Chi è Daniele Ciniglio?

“È una bella domanda. Sono cambiato così tanto negli anni che non saprei definirmi adesso. Credo però che, nonostante i cambiamenti che tutti affrontiamo con lo scorrere del tempo, ci siano delle cose che ci portiamo per sempre con noi. Ecco, ciò che io mi porto sempre dentro è il mio sogno di diventare attore e regista.
Il sogno di raccontare storie attraverso i video, attraverso il cinema. Oggi Daniele Ciniglio è semplicemente un ragazzo che ha la consapevolezza di poter fare di questa passione il suo mestiere e ci crede tanto.”

“La mia routine” è il tuo progetto web, il tuo modo ironico e leggero di raccontare storie.  Cosa rappresenta per te?

“La mia routine nasce quando io avevo 18 anni, ovvero 7 anni fa. È stato il mio modo di mettermi in gioco e di iniziare a creare storie. Ho fatto tantissimi provini in lungo e in largo per l’Italia senza essere mai preso. E quindi ho deciso di fare da solo, realizzando un web serie, intitolata “La mia routine”, e coinvolgendo circa 50, 60 persone. Creai la pagina per lanciarla e ne feci due stagioni. Terminata la serie, ho continuato a fare progetti su progetti, video, cose di successo e non.
“La mia routine” mi ha dato modo di creare un mio linguaggio e soprattutto dei contenuti che ritengo unici.”

Ti consigliamo questo approndimento – Netflix: le Serie Tv più intriganti che arriveranno nel 2020

Progetti, sogni, consigli e speranze

Daniele CiniglioQual è il tuo prossimo progetto? Quale, invece, il tuo più grande sogno?

“A metà marzo inizierò a registrare una nuova web serie intitolata “Le tarantelle del sabato sera”. Racconterà di tutti i problemi che un ragazzo semplice affronta ogni sabato sera. La prima puntata uscirà, molto probabilmente, il 10 aprile e poi si andrà avanti per i 3 mesi successivi. La serie è realizzata in collaborazione con “Alici come prima” di Andrea Rossi. Il mio più grande sogno è realizzare un film. La cosa più vicina a un film che ho fatto è il cortometraggio “N”, diretto da Jacopo De Girolamo regista anglo-napoletano. Ha avuto molto successo e vinto premi in tutto il mondo. Diciamo che questo cortometraggio mi ha aperto le porte sul mondo del lungometraggio, ma la strada è ancora lunga.”

Cosa consigli agli aspiranti artisti?

A tutti gli aspiranti artisti consiglio di sfruttare il mezzo “Internet”. Oggi è molto più difficile farsi spazio tra i tanti emergenti che si propongono sul web. I social danno molta visibilità, ma portano anche alla luce contenuti e soggetti di dubbio valore. Tuttavia io resto un fervido sostenitore della perseveranza e credo che a lungo andare la qualità paga sempre. Credo inoltre chem se si resta fedeli a quel che si è e se si ama davvero quello che si fa, ci si impegna al 100 %. E chi si impegna tanto, alla fine riesce sempre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + diciassette =