Johnson & Johnson arriva in Italia: ecco cosa c’è da sapere

0
225
Green pass Italia

L’AIFA ha autorizzato già a metà marzo l’arrivo di Johnson & Johnson in Italia. Il vaccino per la prevenzione della malattia Covid-19 sarà somministrato ai soggetti di età superiore ai 18 anni. Dopo l’approvazione di AIFA ed EMA, il generale Figliuolo ha garantito che già da metà aprile si inizierà a somministrare anche questo vaccino, il quarto dopo i già in uso Pfizer-BioNTech, AstraZeneca e Moderna.

Ti consigliamo come approfondimento – Effetti collaterali vaccino anti Covid: AIFA stila lista dei disturbi più comuni

Johnson & Johnson: da metà aprile in Italia

Johnson Mentre la campagna vaccinale in Italia continua a rilento, dai vertici del Governo, in seguito l’approvazione dell’AIFA e dell’EMA, è arrivata la notizia che da metà aprile arriverà anche il vaccino Johnson & Johnson. Il vaccino americano del gruppo Janssen è il quarto a essere approvato dall’EMA. Si tratta di un vaccino monodose, che velocizzerebbe così le somministrazioni. Stando al nuovo piano vaccinale, nel secondo trimestre del 2021, dovrebbero essere consegnate circa 7,3 milioni di dosi.

Ti consigliamo come approfondimento – Cosa comporta la rinuncia al vaccino Covid e come farla

Janssen: dalla ricerca alla sperimentazione

johnsonA partire da gennaio 2020 molte aziende (farmaceutiche e non) si sono date da fare per produrre un vaccino contro il Covid-19. Già a febbraio dello scorso anno, il gruppo Jassen stava sperimentando il vaccino su delle scimmie. Vista l’efficacia, a luglio sono cominciati i primi trial clinici. In seguito alla fase 3, a settembre 2020, si scoprono i primi dati sull’efficacia (che è tra 72% e 56%), per poi arrivare all’approvazione questo marzo.

Il vaccino Johnson e Johnson è diverso da quelli Pfizer e Moderna. Il vaccino J&J agisce attraverso un adenovirus, che è utilizzato come vettore per introdurre nelle nostre cellule le informazioni necessarie per produrre l’antigene.

Vaccino Johnson & Johnson, l’avviso dell’AIFA

johnson
Logo dell’AIFA

Sul sito ufficiale dell’AIFA, il 12 marzo 2021, è stata pubblicata la notizia dell’approvazione del vaccino J&J. La commissione tecnico-scientifica ha confermato la valutazione dell’EMA sull’efficacia del vaccino che arriva (nelle forma gravi) al 77% dopo 14 giorni dalla somministrazione e all’85% dopo 28 giorni.

In una nota, il Direttore Generale dell’AIFA Nicola Magrini ha dichiarato che: “Si tratta del quarto vaccino presto a disposizione con l’importante vantaggio aggiuntivo di una sola dose e della facilità di somministrazione, ideale quindi per il setting dei medici di famiglia. Da metà aprile, una importante realtà”.

 “Il vaccino Johnson&Johnson ha tutte le caratteristiche di efficacia, sicurezza e maneggiabilità da costituire un’arma in più per uscire quanto prima dall’emergenza sanitaria”. Queste le parole del Presidente Giorgio Palù.

Ti consigliamo come approfondimento – Approvato il Karnivak-Kov: è il primo vaccino anti-Covid per gli animali

Johnson & Johnson: le dosi in Europa

johnsonSubito dopo l’approvazione dell’EMA, è scattato il contratto firmato con la commissione europea lo scorso ottobre. In Europa, arriveranno circa 200 milioni di dosi. Da qui a giugno dovrebbero arrivare 55 milioni di dosi, di cui 7 milioni destinate al nostro Paese. Vige sempre il timore dei ritardi, ma l’azienda ha dichiarato che rispetterà gli impegni presi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove − 9 =