Variante Delta, il J&J rende immuni? Bassetti: “È un raffreddore rinforzato”

0
282
johnson variante delta

Johnson variante Delta – il miglior vaccino per proteggersi dal nuovo pericolo incombente, è il monodose J&J. A renderlo noto è proprio la suddetta casa farmaceutica, tramite un lungo comunicato. La notizia rilasciata dalla società americana è accompagnata da un’accurata giustificazione: otto pazienti hanno neutralizzato la variante.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, annuncio Ema: “Doppia dose dei vaccini contrasta la variante Delta”

Johnson variante Delta: la soluzione del vaccino americano

Contagi Covid Giovani

Proprio nelle ultime ore, è stato reso pubblico un comunicato della società farmaceutica americana Johnson&Johnson tramite il sito web. Gli esperti in materia non hanno perso tempo e hanno immediatamente condotto delle ricerche. Da queste, è emerso che il monodose rende immuni al 100% dalla variante Delta – una copertura, tuttavia, che dura per un massimo di otto mesi. Il sistema immunitario dei pazienti, che in precedenza hanno ricevuto il suddetto vaccino, è riuscito ad abbattere il virus. Nessuna eccezione, nessun effetto collaterale. Ciò va naturalmente ad addizionarsi alla dichiarazione dell’EMA della giornata di ieri: “I nostri dati mostrano che due dosi dei quattro vaccini approvati proteggono contro la variante Delta. Questi sono dati rassicuranti. È importante continuare la vaccinazione con particolare attenzione alle persone più vulnerabili e agli anziani”.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccini AstraZeneca e J&J scoperta la causa delle trombosi: “C’è una soluzione”

Johnson variante Delta: le parole del Professor Bassetti

vaccino cinese Indonesia
Il dottor Matteo Bassetti, dal suo profilo Facebook

Dopo mesi di sollevamento economico e sociale, il Covid-19 sta tornando a terrorizzare il popolo italiano e non solo. I casi di variante Delta stanno mettendo in ginocchio i Paesi di tutto il mondo – tutti gli sforzi di questo lungo periodo stanno andando all’aria? “Sta succedendo ciò che è accaduto a gennaio”, ha spiegato il Professor Matteo Bassetti. “Gli inglesi hanno importato la variante Delta dall’India, con i loro forti interscambi. In questo momento in Inghilterra sta diventando predominante. È una variante che ha due caratteristiche. La prima è quella di essere più contagiosa, ma non è vero che la si prende in cinque secondi. Quella è una bufala da bar. La seconda, è che chi ha la variante Delta ha i sintomi di un raffreddore rinforzato. Mal di gola, febbre, malessere – sintomi molto diversi da quelli delle prime variante.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + 12 =