Laghi in Campania, una bellezza senza tempo e senza età

0
279
Laghi Campania: lago di Conza pedalare
Laghi Campania

Tra le mille ricchezze che la Campania può vantare, c’è anche la presenza di numerosi laghi in tutte le province della regione. In questo piccolo viaggio ne vedremo i più importanti e caratteristici.

lago di conzaIn provincia di Avellino, a Conza della Campania, abbiamo il lago di Conza, con annessa oasi, creata nel 1999, dichiarata Sito di Importanza Comunitaria (SIC), Zona di Protezione Speciale (ZPS) e  Oasi di Protezione della Fauna.

Il lago artificiale si estende per 800 ettari e ha una profondità massima di 25 m. Inoltre il lago si trova sulla direttrice Adriatico – Tirrenica utilizzata dagli uccelli migratori provenienti dall’Africa. Per questo rappresenta un’area di sosta strategica per questi animali.

Laghi in Campania: quello del Matese incanta la provincia casertana

Questo lago di origine carsica si estende sotto i monti del Matese, a circa 1000 metri sul livello del mare.

laghiQui si raccolgono tutte le acque piovane e quelle dovute alla fusione della neve, provenienti delle montagne circostanti. Queste poi lentamente vengono smaltite nei depositi idrici dei monti, arrivando fino alla sorgente del Torano e a quella del Biferno. Il clima spesso influisce sulle condizioni del lago. D’inverno la temperatura delle acque scende fino a circa – 20 °C, e allora il bacino si copre di una spessa crosta di ghiaccio. D’estate la temperatura sale fino a circa 20 °C.

Altro lago importante del casertano è il lago di Falciano, di origine vulcanica e posto alle pendici del monte Massico.

Il lago ospita un ricco ecosistema ed è caratterizzato da una folta vegetazione Troviamo infatti la cannuccia di palude, la tifa, il coltellaccio e il falasco. Nelle vicinanze sono presenti boschetti di salice bianco, ontano nero e pioppo; inoltre nella zona sono state censite 88 specie di volatili tra stanziali, migratori e svernanti.

Tutto questo ha portato la regione Campania, nel 1993, ad istituire la Riserva Naturale Lago di Falciano.

Ma il più famoso e ricco di storia tra i laghi campani è sicuramente il Lago d’Averno, circondato dalle bellezze di Cuma, come il Tempio di Apollo e la Grotta della Sibilla.

Il suo nome in lingua latina vuol dire “senza uccelli”. Si fa riferimento alla leggenda, ricordata anche da Virgilio, che dalle sue acque provenissero esalazioni sulfuree capaci di uccidere i volatili; per questo, inoltre, si credeva che il lago fosse l’anticamera dell’inferno.

In realtà il lago presenta oggi una grande varietà di fauna e vegetazione.

Oltre a una comunità stanziale di folaghe insieme a svassi maggiori, germani reali e altri anatidi, nelle acque sono presenti diverse specie di pesci. Infatti troviamo alborelle e persici, gambusie ma anche pesci rossi e tartarughe d’acqua dolce domestiche liberate nel lago. Infine non mancano anche bisce e rane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here