Lega, Luca Morisi indagato per spaccio di droga: “Chiedo scusa a tutti”

0
77
lega indagato droga,
Dalla pagina Facebook ufficiale di Lega- Salvini Premier

Lega indagato droga, sono le componenti dell’ultima inchiesta ai danni di Luca Morisi. L’ex manager social di Salvini è sotto inchiesta per spaccio. Morisi si era da poco dimesso dal suo stesso incarico per “motivi familiari”. Dopo le notizie dell’inchiesta aperta contro di lui ha però pubblicamente chiesto scusa al suo partito. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Richard Gere contro Salvini: l’attore testimonierà contro il leader della Lega il nel processo Open Arms

Lega indagato droga: le accuse per spaccio 

lega indagato droga Il primo settembre Luca Morsi si era ritirato dalla scena politica affermando di avere questioni familiari da risolvere. L’ex guru social di Salvini aveva più volte sottolineato che il suo allontanamento non era per motivi politici. “In questo periodo ho solo la necessità di staccare per questioni familiari.” È di questa mattina però la notizia della perquisizione da parte dei Carabinieri nella sua casa a Verona. Il controllo è avvenuto dopo le accuse di alcuni ragazzi ai danni di Morsi. Uno dei ragazzi ha infatti rilevato in un interrogatorio di aver comprato della droga da Luca Morisi in persona. La perquisizione di questa mattina sembra confermare questa ipotesi. Nell’abitazione di Morisi sono state trovate sostanze stupefacenti. L’uomo ora è nel registro degli indagati per possesso e spaccio di stupefacenti. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Manifestazione no Green Pass a Trieste: in migliaia bloccano il centro città

Lega indagato droga: la difesa di Morisi 

lega indagato droga, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto,Dopo che la notizia in questione ha titolato le principali testate giornalistiche italiane, Morisi ha voluto rilasciare delle scuse ufficiali. “Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo. A mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale. A tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso.” Morisi si dichiara tuttavia non colpevole. “Non ho commesso alcun reato ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo.” 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × cinque =