Levitazione magnetica: nasce il treno che arriva a 600 km/h

0
1038
levitazione magnetica

Dalla Cina, arriva il treno a levitazione magnetica che rivoluzionerà il tradizionale trasporto su rotaia. L’impresa statale China Railway Rolling Stock Corporation darà presto inizio a un periodo di test, prima di avviare la produzione nel 2021. Il treno trasporterà i passeggeri fino all’incredibile velocità di 600 chilometri orari. Per rendere meglio l’idea, il tragitto Roma-Milano durerebbe meno di un’ora!

Ti consigliamo questo approfondimento – Archeotreno: viaggio nella storia da Napoli a Paestum

Il nuovo treno a levitazione magnetica

levitazione magneticaIl colosso dei trasporti cinese è pronto a testare il suo promettente prototipo.
In Cina il treno consentirà di spostarsi da Pechino a Shanghai in circa tre ore e mezza. Attualmente, la stessa tratta in aereo richiede quattro ore e mezza (comprendendo anche la preparazione del viaggio).
I treni veloci impiegano sei ore per coprire la distanza tra le due città. Il viaggio in macchina, infine, dura circa tredici ore. È facile intuire, quindi, la portata innovativa del nuovo treno. Quest’ultimo è in grado di viaggiare a una velocità sorprendente, grazie alla tecnologia della levitazione magnetica e al suo esclusivo design.

Ti consigliamo questo approfondimento – Ferrovie dello Stato: più di 120 mila assunzioni in 5 anni

Treni a levitazione magnetica: è guerra a colpi di record tra Cina e Giappone

levitazione magneticaLa levitazione magnetica è già in uso in alcuni Paesi dell’Est. In Cina, il treno magnetico più veloce viaggia a 431 chilometri orari, collegando Shanghai all’aeroporto della città (Shanghai-Pudong). Si tratta attualmente del treno in funzione più veloce del mondo. Pare, però, che tale record sarà presto superato.

Oltre alla Cina, anche il Giappone sta lavorando a un mezzo a levitazione magnetica. Il progetto  è quello di un treno capace di raggiungere una velocità di 505 chilometri orari. Il mezzo collegherà Tokyo (Shinagawa) e Nagoya, a partire dal 2027.
È proprio il Giappone che, dal 2015, detiene il record di velocità testata di un treno: 603 chilometri orari.

Ti consigliamo questo approfondimento – Ferrovie in miniatura: il modellismo ferroviario conquista Pietrarsa

Come funziona la levitazione magnetica?

levitazione magneticaIl treno non sarà a contatto diretto con le rotaie. Scivolerà su un cuscinetto d’aria creato grazie al potere magnetico che è in grado di sfruttare. La levitazione magnetica – o maglev – si basa sul principio secondo cui è possibile tenere sospeso un oggetto su un altro oggetto, sfruttando esclusivamente i campi magnetici.
La repulsione e l’attrazione magnetica permetteranno al treno di spostarsi senza mai toccare le rotaie. In tal modo si riducono significativamente la gravità e l’attrito. Allo stesso modo, però, aumenta la velocità e si limita il consumo di energia. Com’è intuibile, si tratta di un procedimento piuttosto costoso. La principale difficoltà che lo sviluppo di tale tecnologia incontra è il costo vertiginoso delle infrastrutture necessarie.

Tuttavia non si può ignorare che, oltre a dimezzare i tempi di percorrenza, i treni maglev vantano una maggiore sicurezza. Non si tratta infatti soltanto di treni belli e veloci. Sono dotati di un complesso “cervello” elettronico in grado di gestire operazioni autonome complesse. Le moderne tecnologie impiegate rendono il viaggio dei passeggeri più confortevole e sicuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × uno =