Libero De Rienzo, si chiudono le indagini: l’attore è morto per overdose

0
380
Libero De Rienzo autopsia
Dalla pagina Facebook ufficiale di "Smetto quando voglio"

Libero De Rienzo autopsia: resi noti i risultati dell’autopsia che chiudono le indagini sulla morte dell’attore. L’attore è morto a causa di un arresto cardiorespiratorio per intossicazione acuta da eroina. La Procura di Roma ha accusato, quindi, il gambiano Mustafà Minte Lamin per l’omicidio di Libero De Rienzo.

Ti consigliamo come approfondimento-Libero De Rienzo, trovato morto a casa da un amico l’attore napoletano

Libero De Rienzo autopsia: confermato il suo assassino

libero de Renzo morto
Dalla pagina Facebook ufficiale di “Smetto quando voglio”

Si è chiusa l’indagine sulla morte dell’attore Libero De Rienzo. Infatti, sono stati resi noti i risultati dell’autopsia. Pertanto, la Procura di Roma ha disposto il processo per Mustafà Minte Lamin. Lamin è accusato di aver ceduto a De Rienzo la droga che ne ha provocato il decesso, il 15 luglio scorso. Secondo l’autopsia l’attore è morto a causa di un arresto cardiorespiratorio per intossicazione acuta da eroina. Inoltre, dagli esami tossicologici emerse anche che l’attore assumeva diversi ansiolitici insieme alla droga. La Procura di Roma già il 28 luglio emise l’ordine arresto del gambiano, ma con i risultati dell’autopsia è stato disposto il processo per omicidio. Inoltre, il giovane gambiano è accusato di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti. Infatti, secondo alcune indiscrezione il pusher ha venduto eroina anche ad altre cinque persone.

Ti consigliamo come approfondimento-Lega, Luca Morisi indagato per spaccio di droga: “Chiedo scusa a tutti”

 

Libero De Rienzo autopsia: chiuse le indagini

Libero De Rienzo
Dalla pagina Facebook ufficiale di “Smetto quando voglio”

L’attore Libero De Rienzo venne trovato morto nella propria abitazione a Roma in zona Madonna del Riposo, il 15 luglio scorso. Il ritrovamento avvenne grazie alla segnalazione di un amico ai Carabinieri a seguito di numerose chiamate senza risposta. La Procura di Roma aprì immediatamente un’inchiesta sul decesso dell’attore 44enne. Le prime indagini portarono all’arresto del gambiano Mustafà Minte Lamin e fu disposta l’autopsia. I risultati sono arrivati e pertanto è stato stabilito il processo nei confronti di Mustafà Minte Lamin. Quest’ultimo attenderà l’esito del processo in carcere a Regina Coeli. Le indagini quindi si chiudono, adesso si attende solamente la data del processo. Il gambiano rischia diversi anni di carcere per omicidio, detenzione e vendita di sostanze stupefacenti.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci + 19 =