Lite tra vicini finisce in omicidio: 59enne assale con la ruspa la villetta e viene sparato

0
785
lite vicini, spara vicino

Lite vicini ad Arezzo finisce con un omicidio e un arresto. Durante la lite un 59enne avrebbe assalito la villa del vicino con una ruspa. Il proprietario avrebbe preso un fucile e sparato. L’uomo è morto in seguito alla ferita riportato e l’altro vicino è stato arrestato. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Gianluca Vialli morto a 58 anni il capo delegazione ed ex attaccante degli azzurri

Lite vicini, la discussione e l’escalation 

Uomo solo trovato cadavere, lite vicini È successo nella giornata di giovedì 5 gennaio, nella frazione di San Polo ad Arezzo. Zona montuosa immersa nella campagna. L’omicidio è avvenuto introno alle 20.30, la discussione invece al momento non è ancora chiaro se fosse iniziata nella giornata di ieri o se la rivalità andasse avanti da tempo. Non è ancora chiaro il motivo del movente, ma dai fatti accertati dalla polizia tramite interrogatorio dei presenti sembrerebbe che l’uomo assassinato si fosse recato con una ruspa nella villetta del vicino. L’aratro agricolo avrebbe danneggiato la porta della casa scatenando la successiva reazione del proprietario. L’uomo è uscito con un fucile e ha sparato al 59enne uccidendolo.

Ti suggeriamo come approfondimento – Shock al colloquio per hostess, ragazze costrette a spogliarsi per mostrare cicatrici e tatuaggi

Lite vicini: l’arrivo dei Vigili del Fuoco 

Uomo pugnalato salva moglie, lite vicini I Vigili del Fuoco insieme alla Polizia sono giunti sul posto in seguito allo sparo udito dagli altri abitanti della zona. I Vigili del Fuoco sopraggiunti hanno chiuso il motore della ruspa e dichiarato la casa dell’uomo che ha sparato inagibile a casa dell’assalto dello strumento agricolo alle mure portanti dell’abitazione. La Polizia intanto ha arrestato l’aggressore e portato in caserma per interrogarlo. Verrano ascoltato anche i familiari e gli abitanti della zona che hanno ascoltato il litigio durante la giornata. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Nel 2022 le strade sempre più insanguinate: 307 vittime in 365 giorni

Lite vicini: i commenti sul web 

google down, lite vicini Gli utenti sul web nel commentare la notizia si spaccano. Una parte considera inaccettabile il risvolto violento e mortale della discussione, altri considerano lo sparo come legittima difesa. La ruspa era entrata nell’abitazione e l’uomo a bordo sembrerebbe che stesse minando al tetto e al piano superiore dove viveva un’altra famiglia. “Legittima difesa, ha fatto bene , che doveva fare era rimasto bloccato all’interno della sua casa con la famiglia mentre questo pazzo con la ruspa voleva demolire la casa con i loro abitanti”.