Due papà gay a Londra: “Non possiamo tornare in Italia. Avremo meno diritti”

0
667
Londra papà italiani gay
Fonte Fanpage.it

Londra papà italiani gay: una coppia di italiani omosessuale vive a Londra e hanno una figlia. I due si conoscono da 10 anni. Hanno deciso di vivere a Londra principalmente per poter vivere la propria omosessualità nel miglior modo possibile.

Ti consigliamo come approfondimento-Abusata 12enne mentre è in vacanza con i genitori: accusato un animatore

Londra papà italiani gay: “Ci conosciamo da 10 anni”

Gay cacciati spiaggiaUna coppia di papà omosessuali raccontano la propria storia a Fanpage. Cosimo Mirigliano, architetto e scrittore, ha detto: “Io e Giovanni ci siamo conosciuti a Londra una decina di anni fa. È stato quasi per caso. Eravamo alla fermata dell’autobus e nel sentire qualcuno che parlava italiano ho subito attaccato bottone, non parlavo bene inglese e trovare un connazionale era acqua nel deserto. Io ero stato per anni con una ragazza. Giovanni era divorziato, con figli. Da un’amicizia è poi nata una storia d’amore. Qui non ci sono diseguaglianze. Essere una coppia dello stesso sesso non viene visto come differenza. Per esempio, nel nostro palazzo ci sono altri due papà gay con un bambino. Due clienti di Giovanni sono mamme lesbiche con un figlio. Qui siamo come una coppia eterosessuale in Italia. Ma prima di tutto siamo persone. Le nostre famiglie e i colleghi ci hanno sempre supportato.”

Ti consigliamo come approfondimento-Sventato rapimento di un bambino, paura tra i genitori: “Coppia cerca ragazzini per strada”

Londra papà italiani gay: “Volevamo da tempo un figlio”

omosessuali covidCosimo continua: “Da anni volevamo un figlio. Poi abbiamo incontrato una coppia inglese che aveva già un bambino di 7 anni. Abbiamo fatto amicizia e raccontato loro la nostra storia e il nostro sogno. L’idea – spiega era però di non rivolgerci a una clinica. Volevamo restare in contatto con la ‘madre surrogata’ per diverse ragioni. Innanzitutto, perché se mia figlia ha bisogno di una trasfusione di sangue voglio sapere subito a chi rivolgermi. E poi perché ogni bambino ha il diritto di conoscere le proprie origini. Avevamo appena perso io la mamma e Cosimo il papà. Parlando con questa nostra amica è arrivata la proposta di farci da mamma surrogata”. E così il 28 dicembre 2022 nasce Sole. Tecnicamente è Cosimo il padre biologico, ma a Giovanni spetta l’onere e l’onore di tagliare il cordone ombelicale.

Ti consigliamo come approfondimento-Omicidio mamma di Donato, casa dell’accusata occupata da una mamma con il figlio

Londra papà italiani gay: “Non possiamo tornare in Italia”

Meloni Algeria accordo gas
Dalla pagina FB ufficiale di Giorgia Meloni

Sole arriva a stravolgere e riempire di felicità la vita dei suoi due papà. Cosimo racconta: “Abbiamo delle occhiaie tremende. D’altronde, essendo lontani dai parenti, non possiamo fare affidamento su aiuti esterni. Io sono il più bravo ad addormentarla, con la mia ninna nanna in un attimo è nel mondo dei sogni, per fortuna, comunque, riusciamo ad alternarci bene i compiti . L’unica ombra di queste settimane è che se volessimo tornare in Italia non potremmo farlo senza conseguenze per nostra figlia. Non è che non possiamo tornare. Ma a queste condizioni, dopo i recenti provvedimenti del Governo italiano, non ce la sentiamo. Chiediamo solo diritti, per noi e soprattutto per nostra figlia. Ma il problema non è del popolo italiano, che sta dimostrando sensibilità verso questo tema e sostegno a chi ne è direttamente interessato. Il problema è di chi ci, anzi vi, governa”.