Maggio dei Monumenti, XXV edizione: Napoli in festa per il “diritto alla felicità”

0
131
castel dell'ovo circumvesuviana maggio dei monumenti

“Il diritto alla felicità: Filangieri, il Settecento, le Costituzioni”: sarà questo il tema del Maggio dei Monumenti 2019 a Napoli. (Leggi anche – Carros de Foc, trilogia di eventi a Napoli) La manifestazione, giunta alla sua XXV edizione, vedrà come sempre l’apertura al pubblico di tanti luoghi privati del capoluogo campano. Ovviamente non mancheranno eventi, performance e occasioni speciali di celebrare la bellezza della città.

Maggio dei Monumenti: un po’ di storia

Tutto parte dalla Francia. Nel 1984, il Ministro dei beni culturali dell’epoca, Jack Lang, emanò un decreto per il quale tutti i monumenti di interesse storico-artistico di proprietà privata sarebbero dovuti restare aperti al pubblico in specifici periodi dell’anno. Napoli coglie presto l’importanza dell’iniziativa e, dopo un evento di “prova” nel 1992, dal 1995 ogni anno rende maggio il mese dell’arte e della cultura. Ogni edizione del “Maggio dei Monumenti” è legata a un tema specifico. Quest’anno a essere celebrato sarà uno dei massimi pensatori e giuristi napoletani, Gaetano Filangieri.

Filangieri, infatti, riflettendo sulla filosofia e la politica del suo tempo, giunge a una concezione innovativa delle leggi. Infatti, per lui  “La Scienza della Legislazione” (titolo anche della sua opera più importante) deve essere basata sulla felicità individuale del cittadino come premessa al buon governo.

Leggi anche – Pizza e felicità, il connubio tutto italiano

Maggio dei Monumenti: sorprese e conferme

Abbiamo già i primi nomi degli eventi che allieteranno il Maggio dei Monumenti. Partiamo dal prologo: il 28 aprile aprirà al pubblico la “Casa Guarattelle Nunzio Zampella”. Finalmente l’arte antichissima delle guarattelle (la versione napoletana dei burattini), trova una sistemazione definitiva a Napoli, in Vico Pazzariello n.15A. L’apertura sarà salutata con una grande festa che vedrà spettacoli fino al 2 giugno, tra ospiti di prestigio, musicisti e tanti guarattellari pronti a mostrare al pubblico la loro arte.

Tra le prime conferme, invece, abbiamo l’apertura della Casa Massonica. Anche quest’anno la sede massonica del Grande Oriente d’Italia a Napoli è pronta ad aprirsi al pubblico. Queste le date: 4, 11, 18, 25 maggio e 1 giugno. Le visite saranno guidate e gratuite (con gruppi di non più di 25 persone e previa prenotazione al numero 3405824390) nei seguenti orari: 10, 11, 12,13. Il primo giugno la visita sarà pomeridiana, dalle 17:00 alle 20:00.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here