Orrore in asilo, calci e insulti ai bambini. Maestra incastrata dai video

0
157
maltrattamenti asilo

Maltrattamenti asilo a Monza ai danni di bambini tra i 3 e 5 anni. Una maestra è stata incastrata dai video delle telecamere nascoste. Oltre alle violenze fisiche, la maestra insultava anche verbalmente gli alunni delle sue classi.

Ti suggeriamo come approfondimento – Green pass obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro: ecco come funzionerà

Maltrattamenti asilo: i video di sorveglianza

maltrattamenti asilo, allievi carabinieri campana, pomigliano d'arco operaio mortoI carabinieri di Monza hanno posizionato segretamente le telecamere dopo le segnalazioni di alcuni genitori. Microfoni e telecamere hanno registrato gli episodi nelle classi per ben 2 mesi. Dopo aver acquisito le immagini, la maestra è stata arrestata. Dai video si vede come la donna in questione quotidianamente prendesse a calci e pugni gli alunni delle sue classi. I bambini venivano anche trascini per i capelli da una parte all’altra della classe. In totale sono 17 i bambini ad essere stati maltrattati, uno di questi sembrerebbe essere un bambino disabile. Grazie ai microfoni si possono ascoltare anche gli insulti verbali che la donna riservava ai bambini. La maestra minaccia di “spaccare la testa a tutti”, appellando alcuni dei bambini come “oche e beduini.” 

Ti suggeriamo come approfondimento – Pordenone, professoressa no vax si licenzia: “Il vaccino non può essere imposto!”

Maltrattamenti asilo: le accuse

maltrattamenti asilo, Estate Ragazzi, graduatorie provinciali, bonus asilo nido 2021La donna ora è accusata di maltrattamenti pluriaggravati su minori. L’indagine è stata avviata oltre che dalle segnalazioni di genitori spaventati anche dalla direzione stessa dell’Istituto. Ad essere allarmate erano in particolare le colleghe della donna, che insegnavano nelle classi adiacenti alla sua. Le urla e i forti pianti dei bambini avrebbero fatto dubitare dei “metodi educativi” della donna. Si tratta di una 59enne originaria di Monza. La donna è stata arrestata ed è ora in attesa dell’inizio del processo in Tribunale. Secondo le indiscrezioni, sembrerebbe che al momento dell’arresto abbia mantenuto un certo sangue freddo. Inoltre durante l’interrogatorio è rimasta completamente in silenzio non volendo giustificare o difendere in alcun modo le sue azioni. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × quattro =