La mamma di Novak Djokovic: “Rinchiuso in una stanza con gli insetti”

0
298
Mamma Djokovic difende figlio

Mamma Djokovic difende figlio e riporta ciò che si sono detti al telefono. Il tennista ha presentato un ricorso che verrà discusso lunedì in tribunale. Alcuni colleghi come Nadal lo attaccano. Nel frattempo, sono comparsi per le vie di Torino alcuni manifesti satirici sulla vicenda.

Ti consigliamo come approfondimento-Djokovic cacciato dall’Australia: visto annullato, Serbia convoca ambasciatore

Mamma Djokovic difende figlio: “Novak viene trattato come un prigioniero”

Dalla pagina Facebook di Novak Djokovic

La madre di Novak Djokovic, Dijiana, difende il figlio davanti ai giornalisti. Infatti, ha detto: “Come volete che mi senta, è terribile. Novak viene trattato come un prigioniero. Lo tengono in una stanza sporca e piena di insetti. L’ho sentito per poco tempo, qualche minuto. Ha provato ad addormentarsi, ma non c’è riuscito.” La donna ha parlato del suo colloquio telefonico con il figlio che è stato fermato all’aeroporto di Melbourne. In merito alla vicenda è intervenuto anche il padre che ha paragonato le sofferenze del figlio a quelle di Gesù. Novak Djokovic è in isolamento poiché non è vaccinato contro il Covid. Il tennista ha presentato un ricorso che verrà discusso lunedì dal tribunale australiano. Djokovic sostiene che l’esenzione medica, da lui presentata, sia valida. Nel frattempo, il tennista resterà in hotel per tutto il fine settimana, come stabilito dall’ingiunzione provvisoria, che garantisce di non cacciarlo dall’Australia.

Ti consigliamo come approfondimento-Il tennista No Vax Djokovic parte per gli Australian Open, Burioni lo attacca

Mamma Djokovic difende figlio: pareri sui social

Sulla vicenda è intervenuto lo stesso Djokovic che ha ringraziato i suoi sostenitori in una storia su Instagram. Anche la moglie Jelena ha voluto ringraziare i tifosi. Su Twitter è nato l’hashtag #IstandwithNovak dove alcuni sostengono il tennista. Tra gli altri vi è il tennista John Isner che ha twittato: “questa è una vergogna. Ha seguito le regole, gli è stato permesso di entrare in Australia e ora è detenuto contro la sua stessa volontà.” Contro al tennista serbo si è invece schierato Rafa Nadal. Quest’ultimo ha detto: “Conosce le regole e le conseguenze a cui vai incontro se non ti vaccini, è una sua libera scelta. Il mondo ha sofferto abbastanza per la pandemia, bisogna vaccinarsi. Credo in quello che dice la scienza.”

Ti consigliamo come approfondimento-Esenzione vaccino Covid prorogata al 30 novembre: chi ne ha diritto?

Mamma Djokovic difende figlio: manifesti satirici a Torino

Dal profilo Instagram “Lumen art movement”

Nel frattempo, sono apparsi anche dei manifesti satirici sulla vicenda per le strade di Torino. I manifesti sono firmati dal “Lumen art movement“, gruppo di art e streetart. Su uno dei manifesti si legge: “Supererò lo spazio e la luce per non farmi bucare, perchè sei un essere speciale.” Il testo è un chiaro riferimento alla brano “La Cura” di Franco Battiato. Inoltre, è presente una foto del tennista che colpisce con la sua racchetta una pallina che le sembianze del coronavirus. Altri manifesti invece riportano foto del campione che ricorda film famosi. Infatti, in uno recita: “Al mio segnale scatenate il disdegno”, chiaro riferimento a “Il Gladiatore”. Un altro invece riporta le parole del Marchese del Grillo: “Perchè io so io e voi non siete un…”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 2 =