MANN on the moon: e la Luna bussò a Città della Scienza

0
102

La Luna è romantica, affascinante e misteriosa, sempre pronta a farci sognare! Per analizzarla in tutte le sue forme, da giovedì 21 novembre, in occasione della 33° edizione di “Futuro Remoto”, è possibile visitare la mostra “MANN on the moon”. Presentata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) dal 18 luglio al 30 settembre scorso, sarà riproposta in una chiave ancora più moderna.

Ti consigliamo come approfondimento – Allunaggio: a 50 anni dallo sbarco, all’asta i nastri originali

MANN on the moon: la mostra del Museo Archeologico Nazionale di Napoli riproposta a “Futuro Remoto”

MoonLa Città della Scienza sarà un punto di ritrovo per tanti amanti del nostro satellite. Dal 21 novembre si terrà un incredibile percorso smart e tecnologico per raccontare la luna tra arte e scienza, con pannelli e prodotti multimediali. L’evento Mann on the moon, che si concluderà il 12 gennaio 2020, celebra il cinquantesimo anniversario dell’allunaggio.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli parteciperà alla 33° edizione della manifestazione “Futuro Remoto”, che quest’anno avrà come filo conduttore “Essere 4.0. Storie di rivoluzioni, scienza e tecnologia, da Leonardo da Vinci ad oggi”: nella Sezione Mostre di Città della Scienza. Per l’importante manifestazione, ospitata nello Science Centre di Bagnoli, la mostra offrirà ai suoi visitatori un viaggio sensoriale inedito. Storia contemporanea, valorizzazione del patrimonio archeologico legato all’iconografia lunare e scienza antica: saranno principalmente i contributi video a creare un percorso parallelo a quello già proposto all’Archeologico.

Ti consigliamo come approfondimento – NASA, finalmente ci siamo! L’uomo torna sulla Luna nel 2024

MANN on the moon: il lato oscuro della luna

eclissi nasa lunaMann tv realizzerà prodotti multimediali che saranno presentati al pubblico della Città della Scienza. Si ripercorreranno le opere, la fase di allestimento e le sezioni dell’esposizione “MANN on the Moon”. Inoltre assisteremo a un video che mostrerà il fenomeno affascinante dei calendari e delle fasi lunari. Il tutto sarà curato dalla prof. Alessandra Pagliano con il suo staff di ricerca (Dipartimento di Architettura dell’Ateneo Federiciano). Come accompagnamento troveremo le emozionanti musiche del maestro napoletano Antonio Fresa. Le fotografie e i filmati storici della NASA mostreranno le immagini del primo sbarco lunare.

Ti consigliamo come approfondimento – Lucia Novelli in mostra: alla libreria Bibì&Cocò la fiaba diventa opera d’arte

Menologium rusticum, il calendario della storia che raccontava anche la luna

moonA completare il percorso espositivo di Città della Scienza, la riproduzione del Menologium rusticum. Si tratta di un particolarissimo parallelepipedo del I sec. d.C, appartenente a una collezione privata che riportava a cadenza mensile la durata delle fasi di luce e di notte, le fasi lunari e le divinità celebrate dell’epoca.

L’esposizione “MANN on the moon” è stata curata da Paolo Giulierini, Laura Forte e Maria Lucia Giacco, in collaborazione con Alessandra Pagliano.
La mostra rientra nel piano di valorizzazione promosso dal progetto universitario Obvia Out of boundaries viral art dissemination.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here