Maradona, il suo medico in un audio shock: “Il ciccione sta morendo!”

0
200
Maradona medico

Maradona medico indagato: il medico personale del calciatore argentino è indagato per omicidio colposo insieme a una collega. Al vaglio degli inquirenti messaggi shock fra i due.

Ti consigliamo come approfondimento – Via Maradona: San Giorgio a Cremano dedica una strada al Pibe de Oro

Maradona: i messaggi shock nel giorno della sua morte

maradona autopsia, maradona medico
Diego Armando Maradona, dal suo profilo Facebook ufficiale

Ancora ombre sulla morte del Pibe de Oro. Dopo il difficile accertamento delle cause della morte del calciatore, ora spuntano messaggi controversi che il suo medico personale (Leopoldo Luque) e la psichiatra (Agustina Cosachov) si sarebbero scambiati il giorno della sua morte, avvenuta il 25 novembre 2020. In uno dei messaggi vocali, inviato alla collaboratrice, Luque afferma: “Non preoccuparti, adesso sono in autostrada. Sembra che sia morto. Posta che è morto. Devi venire a Barrio San Andrés, quello dove andiamo sempre, a Santa María de Tigre. Devi seguire quella strada per arrivare a Italia. Adesso ti do la location”. La dichiarazione shock emerge da un altro messaggio, in cui il medico esprime disprezzo nei confronti del suo illustre paziente. “Sì, sembra che abbia avuto un arresto cardiorespiratorio e sta per morire il ciccione. Non ho idea di cosa abbia fatto. Ora vado a vedere“.

C’è ostinazione nelle parole di Luque a sostenere che la famiglia del campione sapeva della sua difficile situazione di salute e dell’impossibilità di una guarigione. “Ormai è andata, abbiamo fatto quello che potevamo. La famiglia era al corrente della situazione, sapeva che si trattava di un paziente difficile. L’unica cosa che adesso ti chiedo è di avvisarmi nel caso siano arrabbiati e di dirmi quali siano i loro spostamenti.”

Ti consigliamo come approfondimento – Maradona come banconota argentina: è proposta di legge

Maradona medico e psichiatra indagati per omicidio

maradona autopsia, maradona medicoI messaggi fra il medico e la psichiatra, diffusi nelle scorse ore dal sito argentino Infobae, sono stati acquisiti dalla procura generale di San Isidro come prove per scoprire eventuali irregolarità nell’assistenza data al campione argentino. I recenti sviluppi delle indagini aggravano ancora di più la posizione del medico, la cui integrità professionale era stata già messa in crisi dopo la scoperta della falsificazione della firma del calciatore su alcune cartelle cliniche. Ora sia lui che la psichiatra sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 5 =