Mattarella insultato sul web: perquisizioni dei carabinieri a 11 persone

0
101
Mattarella insulti web,
Dalla Pagina ufficiale Facebook del Presidente Sergio Mattarella

Mattarella insulti web partono le indagini. Sono 11 gli indagati dai Ros in collaborazione con le caserme di mezza Italia. Il motivo? Gli insulti e le minacce social dirette al Presidente della Repubblica. Sulla questione i carabinieri di Roma già lavoravano da tempo, ora sono semplicemente entrati in azione. L’accusa che è stata posta agli indagati è abbastanza grave. Offesa all’onore e al prestigio del Presidente della Repubblica e istigazione a delinquere. Tra le persone soggette ai blitz dei carabinieri spiccano due giornalisti di testate online ed un professore universitario. Quest’ultimo esponente di estrema destra in contatto con gruppi suprematisti e antisemiti russi.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Mattarella: le differenze tra chi aspetta il proprio turno e chi no

Mattarella insulti web: dalle offese sul web alle indagini dei carabinieri  

Volontariato, mattarella insulti web,
Dalla Pagina ufficiale Facebook del Presidente Sergio Mattarella

Sul web capita spesso di scrivere post senza riflettere quanto dovuto su ciò che si scrive. Da anni i social si sono popolati di insulti ed offese. Il cyberbullismo è stato legalmente riconosciuto come atto di violenza. Così come tanti altri reati si stanno sempre più adattando ai tempi che corrono. Insomma, il nascondersi dietro un computer non è più utile e sicuro. Lo dimostrano le indagini compiute dai Ros che hanno portato ad indagare su 11 persone. L’accusa è di offesa all’onore e al prestigio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Ad alcuni è stata anche notificata l’accusa di istigazione a delinquere. I dati presi in esame sono post che vanno da aprile 2020 a marzo 2021. Ai vari blitz hanno collaborato con i Ros altre 8 procure. Ovvero quelle di Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania.

Ti consigliamo come approfondimento – Mattarella premia 36 eroi italiani: le onorificenze al Merito della Repubblica

Mattarella insulti web: gli indagati, i sequestri ed i rapporti con l’estrema destra

allievi carabinieri, mattarella insulti web,Le indagini svolte dei carabinieri hanno portato ad 11 indagati. A quest’ultimi sono stati sequestrati computer e strumenti tecnologici. Ovvero qualsiasi strumento utilizzato per navigare su internet e postar sui social. L’età degli indagati è piuttosto elevata, oscilla infatti tra i 44 ed i 65 anni. Spiccano tra questi due giornalisti di testate online ma soprattutto un professore universitario. Il suo nome è Marco Gervasoni, in cattedra presso l’Università del Molise. Per lui infatti le accuse potrebbero rivelarsi ancora più gravi. Stando ai Ros infatti il professore sarebbe un sovranista, militante ed attivista dell’estrema destra italiana. Inoltre, tramite le indagini, lo si è ricollegato anche all’estrema destra russa. Gervasoni infatti frequenterebbe attivamente VKontakte. Si tratta di un social russo (simile a Facebook). Su quest’ultimo il docente è infatti registrato a gruppi suprematisti ed antisemiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno + tre =