Matteo Bassetti vs No-Vax: “Mandiamo i carabinieri a prenderli a casa”

0
402
Matteo Bassetti No Vax, bassetti covid ucraina,
Dalla pagina Facebook ufficiale del virologo Matteo Bassetti

Matteo Bassetti No Vax, questa volta l’infettivologo non usa mezze misure. Parla infatti di obbligo vaccinale senza remore alcuna. Parole che accendono ancor di più gli animi già caldi dopo il 6 dicembre. Il super Green Pass ha già mobilitato i gruppi No Vax per cui immaginiamoci cosa possa accadere con la vaccinazione obbligatoria. Riguardo al come convincerli a vaccinare, anche qui Bassetti, è molto schietto: “Mandiamo i carabinieri a prenderli a casa”.

Ti consigliamo come approfondimento – Draghi: “Sì a terza dose e obbligo vaccinale”. Bassetti: “Grande Premier!”

Matteo Bassetti No Vax: dall’obbligo vaccinale ai carabinieri

Matteo Bassetti No Vax,
Dalla pagina Facebook ufficiale del virologo Matteo Bassetti

“Credo che il nostro paese abbia grosse responsabilità dal punto di vista culturale”. Così l’infettivologo Matteo Bassetti introduce la questione sui vaccini. “Quando sento le parole dei no-vax che negano la pandemia sono certo di essere davanti all’analfabetismo funzionale”. Poi continua: “Dopo il Covid dovremo ripensare al nostro sistema educativo”. Bassetti comprende la paura del vaccino ma non la negazione della pandemia. Riguardo al primo inoltre propone: “Vaccino obbligatorio”. Per chi si rifiuterà comunque: “Mandiamo i carabinieri a casa a prenderli”. Parole che non sono sicuramente piaciute ai No-Vax che subito si sono scagliati contro l’infettivologo con insulti e minacce.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, Austria multa i No-Vax: 600 euro ogni trimestre per chi non si vaccina!

Matteo Bassetti No Vax: le minacce ricevute e le indagini della Procura

no vax perquisizioni, Matteo Bassetti No Vax,I No Vax non sono certo tra i gruppi più quieti e pacifici d’Italia. Pronti a scagliarsi subito in gruppo non appena qualcuno parla a favore del vaccino. Immaginabile dunque la reazione alle parole di Matteo Bassetti. Tuttavia ciò per l’infettivologo non è nulla di nuovo, già altre volte aveva ricevuto insulti e minacce dai No Vax. Messaggi tutti segnalati alla Procura della Repubblica di Genova. Da lì è partito un controllo serrato della digos in tutta Italia. Sono al momento 36 le persone identificate e iscritte poi nel registro degli indagati. L’accusa è di istigazione a delinquere, atti persecutori, minaccia aggravata, diffamazione e molestie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto + 14 =