Guerra Ucraina, la confessione di due miliziani Wagner: “Abbiamo sparato alla testa a bimbi di 5 anni”

0
400
Mercenari Wagner bambini uccisi

Mercenari Wagner bambini uccisi a Bakhmut e Soledar. La confessione è avvenuta proprio ad opera di due miliziani presso Gulagu.net, organizzazione russa per i diritti umani. La sconvolgente notizia è stata poi rilanciata da Meduza, un sito russo indipendente.

Ti suggeriamo come approfondimento – Video soldati ucraini decapitati, l’ira di Zelensky: “Il video mostra la Russia così com’è”

Mercenari Wagner bambini uccisi: le terribili testimonianze

Mercenari Wagner bambini uccisiLe atrocità verrebbero descritte proprio dai responsabili. Uno di essi, Azamat Uldarov, afferma di aver “sparato alla testa a una bambina di 5 anni. Ho eseguito l’ordine con questa mano, ho ucciso i bambini, compresi i bambini di cinque anni”.
Una confessione simile viene fatta anche da un suo commilitone, Alexei Savichev, il quale ha raccontato al fondatore di Gulagu.net, Vladimir Osechkin, i dettagli inerente all’esecuzione di: oltre 20 bambini e adolescenti ucraini; l’esplosione di una fossa con più di cinquanta prigionieri feriti e l’epurazione degli abitanti di alcune palazzine.
Secondo il racconto dei due miliziani del Gruppo Wagner, questo terribile ordine sarebbe stato impatito dal capo Yevgeny Prigozhin.

Ti suggeriamo come approfondimento – Ucraina, 100 giorni di guerra, stupri e orrori: la storia del mondo si riscrive senza trovare pace

Mercenari Wagner bambini uccisi: a Soledar è andata peggio

guerra cibernetica stefania battistini fermataNon lesinano dettagli i due commilitoni, tant’è vero che riferiscono che a Soledar la “pulizia” sarebbe andata peggio. Savichev ha rivelato che era stato emanato un ordine che prevedeva l’eliminazione di tutti coloro che avevano un’età pari o superiore a 15 anni, tramite fucilazione. A essere stati uccisi dopo quest’ordine sono state più 20 persone. Tra di esse, 10 avevano quindici anni.

Ti suggeriamo come approfondimento – Guerra Ucraina, Biden da Varsavia: “Kiev resiste ed è forte. La guerra tragedia voluta da Putin”

Mercenari Wagner non possono comunicare con i giornalisti

Russia Eurovision, russia ucraina guerra iniziata, ucraina cittadini arruolati mariupol presa russiIl racconto reso dai due miliziani non ha restituito solo la carneficina che hanno compiuto, ma anche le perdite che ha subito la Milizia. Uldarov e Savichev hanno raccontato, infatti, che molti parenti dei commilitoni Wagner si son visti restituire delle bare di zinco vuote. Inoltre, i due avrebbero raccontato che il Comando minaccerebbe i combattenti di non comunicare con i giornalisti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + sette =