Messa contro la siccità sulle rive del Po. Vescovo Solmi: “Siamo qui per invocare l’acqua”

0
1087
Messa contro siccità
Foto dalla pagina Facebook della Diocesi di Parma

Messa contro siccità: è accaduto sulle rive del fiume Po, nel comune di Colorno. Il Vescovo Enrico Solmi ha pregato sulle sponde del fiume per invocare la pioggia. La decisione è stata presa in funzione della forte emergenza nel nord Italia causata dalle ultime roventi ondate di calore. L’acqua manca ormai da tempo e tanti sono i danni che stanno investendo l’agricoltura. “Invochiamo dal Signore il dono dell’acqua del quale abbiamo bisogno”, ha detto il Monsignore.

Ti consigliamo come approfondimento – Laureato a 99 anni, Giuseppe Paternò è il “dottore” più anziano d’Italia. Voto: 110 e lode

Messa contro siccità: emergenza al nord per mancanza d’acqua

Messa contro siccitàMessa contro siccità – Temperature roventi, nettamente al di sopra delle medie stagionali, stanno investendo il nostro paese. In un primo momento, vi è stata la grande ondata di calore delle scorse settimane. Non a caso, il mese di giugno di quest’anno è stato il più caldo mai registrato. Ed ora, invece, ci si ritrova a combattere contro temperature ancora più alte, che superano di gran lunga i 40 gradi.

A fare i conti con il forte caldo e con la mancanza di acqua è soprattutto il nord Italia. I campi coltivati sono diventati aridi e secchi da ormai troppo tempo. I raccolti sono andati persi e l’acqua tra gli abitanti è stata razionata. Le piante non arrivano a maturare i propri frutti, e tutti gli agricoltori sono in ginocchio per questa grave crisi idrica.

In Italia si registrano già cali del 45% per il mais e i foraggi che servono all’alimentazione degli animali; del 20% per il latte nelle stalle; del 30% per il frumento duro per la pasta di oltre 1/5 della produzione di frumento tenero; del 30% del riso; meno 15% frutta ustionata da temperature di 40 gradi; meno 20% cozze e vongole.

Con l’Italia che è dipendente dall’estero in molte materie prime, il rischio è un aumento delle importazioni dall’estero. Ma anche un ulteriore aggravio di costi soprattutto per gli allevamenti, che dipendono dai cerali e dai foraggi per l’alimentazione degli animali. Un’impennata che si aggiunge all’aumento della spesa per energia e materie prime spinto dalla guerra in Ucraina. Facendo salire il conto per le aziende agricole alla cifra di oltre 9 miliardi di euro”.

Con queste parole, Coldiretti ha fatto un bilancio sulla crisi agricola che sta investendo il nostro paese.

Ti consigliamo come approfondimento – Orrore in una onlus, maltrattati disabili per soddisfare “istinti sadici”. Arrestati 3 operatori

Messa contro siccità, Solmi: “Invochiamo il Signore per il dono dell’acqua”

Messa contro siccità
Foto dalla pagina Facebook della Diocesi di Parma

Messa contro siccità – Un barlume di speranza per l’arrivo delle piogge è stato donato da Monsignor Enrico Solmi, Vescovo della Diocesi di Parma. Il curato ha celebrato una Messa nella piccola chiesa sulle sponde del fiume Po, nel comune di Colorno.

Al termine della celebrazione, il Vescovo ha benedetto le acque del fiume. Tanti sono stati i fedeli che hanno partecipato, soprattutto perché toccati in prima persona dall’emergenza climatica. Molti di loro, infatti, vivono lungo le sponde del Po e toccano con mano la gravità dell’assenza dell’acqua.

Invochiamo dal Signore il dono dell’acqua del quale abbiamo bisogno. La siccità che stiamo vivendo non è più quella degli altri, quella che vedevamo nei documentari sull’Africa. Né è frutto di acqua che viene rubata da un paese confinante, come succede in Medio Oriente. È la siccità nostra, che certamente non porta agli esiti che vediamo in altre parti del mondo. Ma che deve preoccupare. E che ci dice che siamo arrivati in un tempo nel quale non dobbiamo più scherzare. Dobbiamo riflettere su quello che ci sta succedendo”. Così ha affermato il Monsignor Enrico Solmi al termine della celebrazione. E chissà se questa preghiera, così fortemente sentita, non possa realmente portare all’arrivo delle tanto attese e desiderate piogge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × due =