Metodo Universitario: 2 giovani rivoluzionano il metodo di studio

0
399
metodo universitario

Con il nuovo Metodo Universitario basta perdere ore e ore a studiare. Due giovanissimi, Andrea Acconcia e Giuseppe Moriello, hanno rivoluzionato il metodo di apprendimento universitario ideando un protocollo dedicato alla formazione specifica. In soli 3 anni hanno aiutato più di 10.000 studenti con il corso “Esami in 7 Giorni”, venduto 3000 copie del libro “La Bibbia dello Studente di Successo” e raggiunto oltre 119.000 fan solo su Facebook. Hanno deciso allora di raccontarsi nella nostra rubrica “Altrimenti per spronare e ispirare tutti i giovani e non solo.

Metodo Universitario: dal fallimento al successo

Ciao Andrea e Giuseppe, parlateci un po’ di voi.

Ciao a tutti i lettori di Informa Press. Noi siamo Andrea, 27 anni, di Capodrise (Ce) e Giuseppe, 26 anni, di Marcianise (Ce) e siamo rispettivamente Mental Coach e Memory Coach. Aiutiamo gli universitari a studiare meglio e in meno tempo tramite tecniche e consigli mirati. Nell’ottobre 2015 abbiamo ideato “Metodo Universitario”, il primo metodo di studio pensato esclusivamente per studenti universitari. Nasce quando frequentavamo metodo universitariol’università. Entrambi iscritti a Giurisprudenza, abbiamo passato anni a studiare “leggendo e ripetendo” e abbiamo capito che non potevamo continuare così. Dovevamo rimboccarci le maniche. Dopo aver studiato i più grandi esperti, come Giordano Bruno e Pico della Mirandola, abbiamo capito che la vera differenza nel metodo di apprendimento dipendeva non dalla quantità di tempo passata sui libri, ma dalla qualità del tempo dedicata allo studio.

Come e quando è nata l’idea del vostro Metodo Universitario?

Metodo Universitario nasce quando frequentavamo l’università. Dall’esperienza personale costruita in tutti gli anni di studio ma soprattutto dalla formazione con esperti di memoria e apprendimento come Joseph Novak, (accademico statunitense esperto nelle tecniche di apprendimento). Giuseppe voleva diventare un magistrato anticamorra; purtroppo l’impatto con l’università lo ha distrutto. Io invece (Andrea) ho abbandonato gli studi di Giurisprudenza per iscrivermi a Scienze della Formazione e Psicologia, a Bologna. Così, il 24 settembre 2014, ci siamo incontrati per caso durante un congresso a Palinuro. Da quell’incontro è nato tutto. Abbiamo capito che il metodo di apprendimento tradizionale non funzionava. Noi avremmo potuto salvare i tanti studenti che non vedevano una via d’uscita.

Metodo Universitario: un sogno divenuto realtà

Secondo voi, perché in Italia solo quattro studenti su dieci conseguono la laurea? È per questo che il vostro metodo funziona?

metodo universitarioI motivi sono tanti. Sicuramente quello più importante è la mancanza di un vero metodo di studio universitario.
Se non hai un metodo, studi “leggendo e ripetendo” fino allo sfinimento e vivi nella sensazione che il tempo passato a studiare non sia mai abbastanza.
È assurdo che quello dello “studente in ansia o in crisi” si sia trasformato in un trend tra gli studenti. Il nostro metodo funziona perché riveliamo i passi giusti da compiere per laurearti velocemente e con voti alti, senza chiuderti in casa 14 ore al giorno a studiare.
Nel corso “Esami in 7 Giorni” forniamo manuali e video avanzati per preparare qualsiasi esame in 7 giorni. Ogni anno organizziamo uno o più corsi dal vivo sul metodo. Nell’ultimo, a Roma il 5 e 6 maggio, c’erano più di 300 studenti in aula.

Ai giovani italiani che hanno un obiettivo, e più in generale a tutti i giovani che vogliono inseguire i propri sogni, quale sarebbe il consiglio che vi sentireste di dare?

Noi siamo partiti con qualche migliaio di euro (i nostri risparmi), da una cameretta e, nel giro di 2 anni, visto il successo ottenuto, abbiamo aperto una SRL che opera nel mondo reale. Il problema è che ci ripetono da sempre di rimanere con i piedi per terra e di non stare con la testa tra le nuvole. In verità, il mondo ha bisogno di persone con grandi sogni, disposte a fare sacrifici pur di raggiungerli. Sacrificio significa “fare il sacro”, essere disposti a fare di tutto per portare avanti la propria missione. I giovani di oggi non hanno più la libertà di sognare. Noi, se non avessimo sognato di arrivare fin qui, non ci saremmo mai arrivati.

Il nostro consiglio per i giovani è:

“Sognate in grande, e fate di tutto ogni giorno per avvicinarvi sempre di più al vostro sogno.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here