Michele, 21 anni, muore cadendo da cofano: inchiesta per omicidio colposo

0
90
michele morto macchina

Michele morto macchina – una vita che si è spezzata troppo presto. Il 21enne si trovava nel bagagliaio dell’automobile di un suo amico, quando è caduto e ha sbattuto la testa. Non sono ancora certe le dinamiche di quella che sembra essere una bravata, ma la Procura di Verona sta osservando la faccenda come un omicidio colposo. Prima di morire, il giovane è stato in coma per cinque giorni.

Ti consigliamo come approfondimento – Parroco aggredito con un coltello: “Sono sotto shock ma lo perdono”

Michele morto macchina a soli 21 anni

Covid hospital BoscotrecaseIl drammatico evento è avvenuto a Parona, in provincia di Verona. Lo sfortunato protagonista di questa storia è il 21enne Michele Zenti. Si trovava nel parcheggio del centro commerciale ‘La Grande Mela’, più precisamente nel baule di un’automobile. Quest’ultima apparteneva a un suo amico, naturalmente presente in quel momento poiché intento a guidare seppur non ad alta velocità. Non si sa ancora la posizione di Michele all’interno del vano – era seduto? Sdraiato? Si dovrà indagare. A un certo punto avrebbe perso l’equilibrio e il portellone aperto non avrebbe fermato la caduta; così avrebbe battuto la testa. È stata poi effettuata una chiamata ai soccorsi, i quali hanno trasportato il ragazzo d’urgenza in ospedale. Le sue gravissime condizioni lo hanno fatto precipitare in coma, e i medici non hanno potuto far niente per salvarlo. Dopo cinque giorni, Michele ha lasciato questo mondo. Gli organi di Michele verranno donati a persone che ne hanno bisogno – continuerà a vivere in loro.

Ti consigliamo come approfondimento – Genovese, il tweet choc di Vittorio Feltri: “Pizzico di ammirazione lo merita”

Michele morto macchina: le indagini dei Carabinieri

Concorso allievi Carabinieri 2021La Procura di Verona ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, ma non sono ancora state escluse altre piste. Che il 21enne si sia sentito male e pertanto sia caduto? Si è trattato invece di un tragico incidente? I Carabinieri indagheranno a fondo per portare a galla la verità. Per il momento, sembra che nessuno degli amici di Michele avessero assunto alcol o sostanze stupefacenti. Sarà quindi necessario eseguire un’autopsia per poterci vedere più chiaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × due =