Dichiarazioni shock del ministro Fratin sull’abusivismo edilizio: “Basterebbe mettere in galera il sindaco!”

0
1048
Ministro Fratin carcere sindaci

Ministro Fratin carcere sindaci: dichiarazioni shock del ministro dell’ambiente Gilberto Pichetto Fratin sull’abusivismo edilizio. Il ministro avrebbe proposto il carcere per i sindaci e per tutti coloro che permettono la costruzione di edifici abusivi. Dura la reazione di altri ministri tra cui Matteo Salvini e dell’Anci, Assocazione nazionale dei comuni italiani.

Ti consigliamo come approfondimento-Ischia è in stato d’emergenza, una strage: 7 morti tra cui un bimbo di 6 anni e uno di 22 mesi

Ministro Fratin carcere sindaci: dichiarazioni scioccanti

Dalla pagina Facebook del ministro dell’ambiente Gilberto Pichetto Fratin

Dichiarazioni scioccanti del ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin sull’abusivismo edilizio. Il ministro è nell’occhio del ciclone per una sua intervista radiofonica. Infatti, a Rtl, il ministro Fratin avrebbe dichiarato: “Confischerei quello che è abusivo per valutare quello che è pericoloso. Secondo me basterebbe mettere in galera il sindaco e tutti coloro che lasciano fare. Che tutti facciano davvero il proprio dovere: da me all’ultimo amministratore.” Dunque, secondo il ministro la soluzione migliore per lui sarebbe quella del carcere per gli amministratori locali e i propri collaboratori. In una nota ufficiale si è tentato di chiarire le dichiarazioni del ministro ma invano. Nella nota si legge: “Si tratta di una riflessione di carattere generale e non fa riferimento ad alcun amministratore in modo particolare. Tantomeno si riferisce al commissario prefettizio che sta guidando in modo inappuntabile Casamicciola da quando è stata indicata dal Governo.”

Ti consigliamo come approfondimento-Shock in un ospedale pediatrico: bimbo di 13 mesi ricoverato in overdose da cannabis

Ministro Fratin carcere sindaci: reazioni degli altri ministri

salvini meloni reddito cittadinanza, Italia utero affitto,Altri ministri del Governo hanno reagito alle dichiarazioni del ministro Fratin. Il primo ad intervenire è stato, come spesso accade, il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini. Questi ha detto: “Qualcuno vorrebbe arrestare i sindaci, io invece li voglio proteggere e liberare dalla burocrazia.” La vicenda non è stata commentata dal ministro per il Sud e la coesione sociale, Raffaele Fitto. Questi pare abbia dribblato le domande dei cronisti con un sintetico: “Ero al convegno, non prendeva il telefonino”. Invece, il ministro per la Protezione civile e le politiche del mare, Nello Musumeci è intervenuto. Musumeci ha detto: “Bisogna garantire accanto al sindaco una costante presenza dello Stato perché spesso dietro l’abusivismo edilizio ci sono le organizzazioni criminali. Può capitare a tutti di essere fraintesi. Viviamo ogni giorno sul filo del rasoio”.

Ti consigliamo come approfondimento-Ragazzi prendono a calci alcuni gattini in strada. Salvini: “Siete dei piccoli esseri umani”

Ministro Fratin carcere sindaci: reazione di Anci

Dalla Pagina Facebook ufficiale dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani

La reazione più dura è arrivata dal presidente dell’Anci, Assocazione nazionale dei comuni italiani, Antonio Decaro. Questi ha detto: “Una volgarità inaccettabile. Le polemiche e gli scaricabarile non sono degni di momenti così drammatici. Non danno alcuna risposta alle esigenze e alla rabbia giustificata dei cittadini colpiti. Siamo sicuri che non rappresenti la linea del governo sul tema annoso e drammatico del dissesto idrogeologico del nostro territorio, delle sue responsabilità, e di chi e come ci si possa mettere riparo. Liquidare la questione scaricando tutta la responsabilità sui sindaci, addirittura auspicando che vengano ‘messi in galera’, è l’opposto di quello che un rappresentante delle istituzioni dovrebbe fare. Ora dal ministro aspettiamo delle scuse verso i sindaci italiani.

Conclude Decaro: “L’Anci sostiene con forza la necessità di varare un piano straordinario per la manutenzione del territorio, nell’interesse esclusivo e primario dei nostri concittadini. Se si trovasse un ministro disposto a impegnarsi in questa direzione, noi sindaci saremmo pronti a dare il nostro contributo. Del resto lo facciamo sempre con uno spirito di collaborazione che non traspare certo dalle dichiarazioni di Pichetto Fratin.”