Molo Borbonico crollato: a Napoli la manifestazione a difesa dei monumenti

0
366
molo borbonico crollato
Molo Borbonico - Fonte Twitter

Molo Borbonico crollato sul lungomare di Napoli. Conosciuto anche come “‘O Chiavicone“, è stato spazzato via sabato 2 gennaio dopo la forte mareggiata che ha colpito la città. Prezioso reperto storico risalente al ‘700, da tempo era stato abbandonato a se stesso. Si ergeva a malapena su un masso instabile, con il “sostegno” di puntellature malandate. Lo sdegno dei cittadini di fronte a questa triste perdita di una parte del patrimonio culturale partenopeo non ha tardato a farsi sentire. È in programma una grande manifestazione culturale contro l’abbandono in cui versa la città. L’iniziativa comincerà dalle ore 10:00 di sabato 9 gennaio. L’appuntamento è proprio davanti ai resti del Molo Borbonico.

Ti consigliamo come approfondimento – Arco Borbonico Napoli: storia di un crollo annunciato

Molo Borbonico crollato: la manifestazione per il patrimonio di Napoli

comune napoli molo borbonico crollato
Dalla pagina Facebook ufficiale del Comune Napoli

Il Molo Borbonico, crollato per incuria e mancanza del giusto sostegno al grande patrimonio artistico e culturale della città di Napoli, ha smosso gli animi dei cittadini. Proprio da queste premesse nasce l’iniziativa di manifestare pubblicamente per richiamare l’attenzione su tutti quei monumenti della città trascurati e all’abbandonati. Promotore dell’evento è l’Associazione Culturale Regno delle Due Sicilie Isola di Ischia, unitamente alla Confederazione dei Movimenti Identitari (C.M.I.). 

Questa la volontà degli organizzatori: “È venuto il momento di dire basta a una mentalità tesa a denigrare la nostra storia millenaria, di alzare e fare sentire la nostra voce contro chi non ha interesse a preservare la cultura e le testimonianze dello storico passato di Napoli, mentre ristruttura un momento dedicato a chi ha contribuito a sfasciare il Regno delle Due Sicilie”.

Ti consigliamo come approfondimento – Crollo hotel Eberle a Bolzano: intervenuti i vigili del fuoco

Molo Borbonico crollato e altri monumenti persi

molo borbonico crollatoIl Molo Borbonico è solo una delle tante perdite che il patrimonio culturale napoletano ha subito in questi anni. La stazione Napoli-Portici in Corso Garibaldi o il Palazzo degli Spiriti di Marechiaro ne sono un chiaro esempio. “Uniti dobbiamo fare sentire la nostra voce. Denunciare i responsabili che non hanno provveduto alla messa in sicurezza né del molo né di altre strutture borboniche che sono in uno stato di degrado assoluto”, protestano in un unico grido tutti gli enti e le associazioni aderenti alla manifestazione.

Ecco tutti i movimenti che attualmente hanno dato la loro adesione all’iniziativa:

  • Identità Meridionale;
  • Movimento Sud;
  • Parlamento delle Due Sicilie;
  • Comitato di Portosalvo;
  • Comitato Portuale Pescatori di Napoli;
  • RDDS;
  • Associazione Sud 100 Cento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due − 1 =