Morra blitz al centro vaccini: urlava per parenti fidanzata. Rischio dimissioni

0
197
Morra Vaccini

Morra vaccini – Nicola Morra, senatore del M5s e presidente della Commissione Antimafia, accompagnato dalla scorta, “irrompe” nel centro vaccinale di Cosenza per contestare le modalità e i tempi dalla campagna vaccinale. Avrebbe accusanto tutto lo staff di essere incapace. L’ira del senatore, a quanto pare, avrebbe riguardato la mancata convocazione dei parenti della fidanza. Un “abuso di potere” che non è passato in osservato a Meloni e Salvini, che chiedono le dimissioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Borrelli denuncia il leader dell’assalto all’Ospedale del Mare per minacce

Morra vaccini: Abuso di potere da parte del grillino?

Morra vacciniI fatti risalirebbero a sabato scorso, 20 marzo, quando Morra, prossimo alla vaccinazione avrebbe inveito contro lo staff. A raccontare i fatti il dirigente della Asp di Cosenza Mario Marino: “Morra mi ha aggredito. Urlava per i parenti della fidanzata non chiamati nella compagna da vaccinare“. “È stato del tutto inutile spiegargli che ormai era partita la piattaforma informatica regionale. Non si potevano aggiungere le persone alla campagna ma lui continuava ad urlare“. Appurato l’abuso di potere, Marino ha deciso di querelare il senatore per interruzione di pubblico servizio. “La sua “visita” ha interrotto il nostro lavoro“.

Dalle ricostruzioni sembrerebbe che il grillino Morra abbia telefonato il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri e il commissario ad acta della sanità calabrese, Guido Longo. “Non credo abbia fatto una gran bella figura. Loro, i grillini, dovevano affossare il sistema, ma non ho mai visto uno della Prima Repubblica venire da noi comportandosi in quella maniera“. Sulla vicenda arriva anche un tweet ironico del comico Luca Bizzarri che recita “Perché uno vale uno, e voi non siete un ca**o“.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli: neonato in ospedale con lesioni e ustioni gravi. Arrestati i genitori

Morra vaccini: Salvini e Meloni chiedono le dimissioni

Morra vacciniLa questione è balzata su tutti i social e agli occhi della politica italiana. I primi a commentare l’accaduto sono stati Matteo Salvini, Lega Nord, e Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. Entrambi chiedono le dimissioni, soprattutto Matteo Salvini. Giorgia Meloni, più tenue, commenta la vicenda con un post su Facebook. “Andremo fino in fondo a questa vicenda e se tutto ciò corrispondesse al vero Morra farebbe bene a dimettersi immediatamente. Un comportamento del genere è inaccettabile e indegno per qualsiasi rappresentante delle Istituzioni, figuriamoci per il Presidente della commissione Antimafia“. 

Commenti anche da Italia Viva con un post di Gennaro Migliore. “Il senatore Morra deve chiarire la vicenda. Nel rispetto dell’istituzione che rappresenta, di chi da mesi è in prima linea e soprattutto di chi del vaccino avrebbe davvero urgente bisogno”. Per quanto riguarda il partito di Morra, interviene Giorgio Trizziano che chiede l’intervento del ministero della Giustizia in particolare del ministro Marta Catrabia. “Tutta la categoria del personale sanitario va tutelata anche a livello normativo dal rischio di essere caricata di responsabilità che prescindono da loro colpe e per questo motivo ho predisposto una interpellanza urgente al Ministro della Giustizia“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + uno =