Rilasciato l’anziano che ha ucciso il cane Willy con 3 colpi di fucile

0
612
Morte cane willy
Foto dalla diretta de laprovinciaonline.info

Morte cane Willy – aggiornamenti sul caso. Ieri a Somma Vesuviana un uomo anziano ha imbracciato il suo fucile e ha sparato tre colpi contro un cucciolo, morto poco dopo. Denunciato dai vicini era stato portato subito in caserma per essere rilasciato poi, poco dopo. Questa mattina una piccola folla si è radunata davanti a uno striscione per ricordare Willy. La famiglia e tutto il quartiere chiede giustizia.

Ti consigliamo come approfondimento – Shock nel vesuviano: anziano spara 3 colpi di fucile al cane, uccidendolo

Morte cane Willy: “era come un figlio” parla la proprietaria

Morte cane Willy
Foto dalla diretta de laprovinciaonline.info

Oggi a via Tirone, a Somma Vesuviana, è apparso uno striscione “Giustizia per Willy”. Al di sotto candele e un pupazzetto. In poco tempo si è radunata una piccola folla per ricordare il cagnolino morto ieri pomeriggio per mano di un uomo anziano. Willy non era un randagio, ma il cane, anzi “figlio”, di una signora del posto. Stamattina laprovincialeonline è andata sul posto per documentare i fatti e ha intervistato le persone. Prima fra tutte la proprietaria di Willy che dice: “Era come un figlio per me, mancava solo nello stato di famiglia. Era un cane docile, viveva libero e non faceva male a nessuno. Andava a passeggio da solo ed era voluto bene da tutti“. “Per 7 lunghi anni è stato con me, l’ho accudito e me l’hanno ucciso a sangue freddo. Voglio giustizia“, queste le parole della padrona.

Presenti anche cittadini del quartiere che amavano Willy: “Mi ha sconvolto la notizia, nessuno si è mai lamentato di Willy. Giocava con i bambini e non ha mai aggredito nessuno“. “Noi del quartiere lo facevamo entrare tranquillamente nelle nostre case, gli volevamo bene, era del quartiere“.

Ti consigliamo come approfondimento – Adottare un cane ordinando una pizza: l’iniziativa diventa virale

Morte cane Willy: “Somma è un paese di incivile” 

Morte cane Willy
Foto dalla diretta de laprovinciaonline.info

Presente alla commemorazione per Willy Consuelo Ricciardi, rappresentante di un associazione di volontariato. “Un atto gravissimo senza precedenti. Willy era un cane conosciuto a Somma Vesuviana, siamo a fianco della famiglia e ci costituiremo parte civile

“A Somma Vesuviana i cani non sono ben visti, ci sono episodi ogni giorno. Continuamente ci sono segnalazioni alle Guardie Zoofile e ai Carabinieri. La Ricciardi ha parole dure per quella parte di cittadini che non amano i cani ma che anzi li maltrattano e li fanno vivere in malo modo. “Somma è un paese incivile in cui i cani sono legati con catene o chiusi nei box strettissimi. Siamo nel 2021 e ci sono ancora atti di maltrattamento contro poveri cuccioli indifesi“.

Noi di Informa Press abbiamo contattato i Carabinieri di Cisterna per fornirvi ulteriori informazioni circa le sorti giudiziare dell’anziano che ha commesso il vilissimo atto che ha portato alla morte di Willy. Il 70enne è stato denunciato per diversi reati, adesso è a piede liberom in quanto è stato rilasciato poco dopo la deposizione. Il caso è nelle mani della provinciale di Napoli. Seguiranno aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + 2 =