Annuncio shock: morti gli italo-israeliani nelle mani di Hamas

0
243
Morti italiani Israele
Fonte dell'immagine: Ansa

Morti italiani Israele. Ostaggi italo-israeliani morti. Lo comunica il Ministro Tajani nel tardo pomeriggio di ieri. Poche ore dopo confermata terza vittima. La più giovane degli ultimi tre ostaggi di origine italiana nelle mani di Hamas.

Ti consigliamo come approfondimento- Papa Francesco lancia un appello ad Hamas: “Liberare gli ostaggi”

Morti italiani Israele. Chi erano gli ostaggi nelle mani di Hamas?

Morti italiani Israele
Fonte Ansa

Morti italiani Israele. Hamas ha liberato due donne rapite lo scorso 7 ottobre. In guerra però per ogni cosa bella c’è sempre un risvolto negativo.. Nel tardo pomeriggio di ieri il ministro degli esteri Antonio Tajani sul suo profilo “X” annuncia la morte di due ostaggi di origine italiana. Si tratta di Liliach Lea Havron e di suo marito Eviatar Kipins. Eviatar e sua moglie vivevano in un kibbutz a sud di Israele. Come ci fa sapere il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche italiane la coppia risiedeva li ormai da svariato tempo. Nel loro kibbutz di appartenenza sono stati rinvenuti oltre 100 corpi senza vita. Dopo qualche ora un’altra doccia fredda per il nostro paese. Anche il terzo ostaggio italo-israeliano è stato ritrovato senza vita. Si tratta di Nir Forti 29 anni.

Ti consigliamo come approfondimento- Croce Rossa: storia, diritti umanitari e promozione della salute

Le due donne liberate da Hamas

Morti italiani IsraeleMorti italiani Israele. La tragica notizia per il nostro paese arriva proprio nel giorno in cui Hamas decide di liberare due donne prese in ostaggio lo scorso 7 ottobre. Dopo oltre 15 giorni dal durissimo attentato a Israele l’organizzazione terroristica avrebbe rilasciato due donne rapite “per ragioni umanitarie e mediche”. Le donne sono state affidate alla Croce Rossa che le ha portate fuori da Gaza. La conferma arriva proprio dal Comitato Internazionale della Croce Rossa. Le donne liberate sono Nurit Cooper 79 anni e Yocheved Lifshitz 85 anni. I mariti delle due anziane signore restano tuttavia nelle mani di Hamas. Secondo i media israeliani altri cinquanta ostaggi con doppia nazionalità sarebbero stati portati verso il sud di Gaza dove verranno presto consegnati alla Croce Rossa sempre più al centro della situazione in qualità di intermediario neutrale tra le parti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 2 =