Allarme da Mosca: “Nube tossica in viaggio verso l’Europa” La secca smentita della Polonia: “Non è vero!”

0
437
Mosca colpito deposito uranio

Mosca colpito deposito uranio impoverito: una nube radioattiva verso l’Europa? Questo è quello che sostiene il capo del Consiglio di Sicurezza russo, Nikolai Patrushev, citato dall’agenzia Ria Novosti. Quindi, secondo l’esponente russo Patrushev una nube radioattiva è in viaggio verso l’Europa e, anzi, un aumento dei livelli radioattivi sarebbe già stato rilevato in Polonia.
Tuttavia, l’Agenzia atomica polacca ha smentito questa voce affermando di non “aver ricevuto alcuna notifica di emergenza radioattiva”.

Ti consigliamo come approfondimento – Video soldati ucraini decapitati, l’ira di Zelensky: “Il video mostra la Russia così com’è”

Mosca colpito deposito uranio: nube radioattiva in viaggio verso l’Europa?

Mosca colpito deposito uranioSecondo il capo del Consiglio di Sicurezza russo, Nikolai Patrushev, una nube tossica sarebbe in viaggio verso l’Europa. Quest’ultima è stata causata da una serie di bombardamenti che stanno avendo luogo in Ucraina, in particolare l’esponente russo si riferisce a quello avvenuto il 13 maggio nella regione di Khmelnitsky, ad ovest di Kiev. Alcune immagini pubblicate su Telegram, infatti, confermavano una lettura del genere: a seguito del sopracitato bombardamento si era levato una nube nera a forma di fungo atomico.
Infine, sempre secondo Patrushev già in questi giorni in Polonia si sarebbe riscontrato un innalzamento dei livelli radioattivi.

Ti consigliamo come approfondimento – Beccato ubriaco al posto di blocco, tenta di dare la colpa al cane: “Guidava lui!”

Mosca colpito deposito uranio: la smentita della Polonia

Secca la smentita da parte della Polonia.
Non abbiamo ricevuto alcuna notifica di emergenza radioattiva” scrive l’Agenzia atomica polacca sul proprio sito. L’agenzia, inoltre, spiega di essere “in costante contatto con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’Autorità di regolamentazione nucleare ucraina (Snriu)” e di aver accesso “al Sistema internazionale di notifica precoce di emergenza radiazioni (Usie). Dopo le informazioni false sul pericolo radiazioni in Polonia, l’Agenzia tiene a ribadire che la situazione è normale, spiegando che i picchi osservati negli ultimi giorni in Polonia, ma anche nel resto d’Europa, non sono insoliti e che, anzi, si verificano regolarmente.

Ti consigliamo come approfondimento – Shock, fa sesso per 24 ore e rischia di morire: ricoverato per necrosi parziale dei genitali

Intensificamento dei bombardamenti

kharkiv guerra, stefania battistini fermataÈ da notificare che, negli ultimi giorni, secondo le informazioni fornite dal Ministero della Difesa di Mosca, si sono moltiplicati i bombardamenti russi in Ucraina. Tali azioni sono volte a distruggere i depositi di armi provenienti dai Paesi Nato. In questo modo dovrebbe essere bloccata la controffensiva di Kiev.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × tre =