Movimento 5 Stelle, Di Battista: 4 deputati fuori dal Parlamento europeo

0
486
Movimento 5 Stelle

Una crescente tensione di lungo corso ha accompagnato la scissione avvenuta all’interno del Movimento 5 Stelle. Ben quattro deputati, Corrao, Pedicini, Evi e D’Amato, lasciano oggi il Movimento.

Ti consigliamo come approfondimento – Nuovo Dpcm approvato in Consiglio dei Ministri: stasera la firma di Conte

Movimento 5 Stelle, scissione al Parlamento europeo

Movimento 5 Stelle
Dalla pagina Facebook Ufficiale del Movimento

L’ala ambientalista del Movimento 5 Stelle lascia il gruppo fondato da Beppe Grillo. Ignazio Corrao, Piernicola Pedicini, Eleonora Evi e Rosa D’Amato hanno annunciato oggi la loro uscita da M5S. La decisione sarebbe figlia di un malumore che “va avanti da diversi mesi”. Per Corrao, numerosi sono stati i “Tentativi di cambiare dall’interno andati a vuoto“. Per la deputata Eleonora Evi, invece, il Movimento 5 Stelle avrebbe iniziato a cambiare pelle in modo subdolo e insidioso, motivo che l’ha spinta ad andare via. Anche D’Amato è dello stesso parere: secondo lui infatti, il M5S avrebbe cessato di esistere. Pedicini afferma sdegnato: “Non mi faccio cacciare, vado via da solo“.

Ti consigliamo come approfondimento – Alessandro Profumo, arriva la condanna: i 5Stelle chiedono le dimissioni

I deputati approdano nei Verdi

movimento 5 stelleI quattro deputati che lasciano oggi il Movimento sono considerati vicini ad Alessandro Di Battista, il quale ha commentato: “Questa vostra scelta mi dispiace e come ti ho detto tante volte per me è un errore“. La frangia ambientalista sarebbe orientata verso il gruppo dei Verdi al Parlamento Europeo. I quattro si sono infatti distinti dal resto del Movimento per il loro voto in linea con i Verdi in diverse occasioni – dalle elezioni di Ursula von der Leyen alla Politica Agricola Comune. Venerdì si terrà una riunione per discutere della loro adesione.

Con l’addio al Movimento, i quattro eurodeputati vogliono rinnovare il proprio impegno a favore di battaglie in difesa del pianeta e a tutela della salute dei cittadini. Proprio le divergenze di opinioni su questi temi hanno spinto gli ex 5 stelle a un cambio di rotta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − dieci =