Mutuo under 36, agevolazione per i giovani sulla prima casa: ecco come funziona

0
635
Mutuo under 36

Il mutuo under 36, inserito nel Decreto Sostegni bis, prevede l’eliminazione delle imposte per l’acquisto della prima casa, ma non solo. È presente anche una garanzia statale che permette l’accesso ad un mutuo per una somma fino a 250mila euro. Può coprire, quindi, anche l’intero prezzo di un’abitazione. La manovra del Governo Draghi arriva in seguito all’innalzamento delle domande per i mutui, soprattutto da parte dei giovani.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus Sostegni bis: pagamenti sospesi o in ritardo: ecco il motivo

Mutuo under 36: la manovra inclusa del Decreto Sostegni bis

Mutuo under 36Il mutuo under 36 è inserito all’interno del Decreto Sostegni bis. Quest’ultimo prevede nuovi aiuti per famiglie, lavoratori ed imprese. Il Decreto Legge 25 maggio 2021, n.73, convertito poi nella legge 23 luglio 2021, n.106, introduce agevolazioni e misure per la ripresa economica dell’Italia.

Tra le misure adottate ricorrono: contributi a fondo perduto per imprese, professionisti, ristoranti, alberghi e wedding; indennità per lavoratori stagionali, del turismo e dello sport; nuovi contratti di rioccupazione; blocco riduzione NASPI; proroga dello smart working; rinnovo buoni spesa e bonus affitti; agevolazioni per i giovani per l’acquisto della nuova casa; esenzione IMU per proprietari locatori; esenzione ticket per i pazienti Covid; incremento del fondo per il sostegno alle grandi imprese.

Fino alla metà del 2022, il mutuo under 36 aiuterà i giovani ad avere maggiori garanzie nell’acquisto della prima casa.

Ti consigliamo come approfondimento – Cashback addio? Arriva il nuovo bonus bancomat 2021. Ecco come avere fino a 480 euro

Mutuo under 36: ecco il contenuto del provvedimento

Mutuo under 36Per i giovani, il Decreto Sostegni bis ha messo in campo una misura particolare. Il mutuo under 36 preannuncia due provvedimenti importanti. Il primo concerne l’eliminazione delle imposte sull’acquisto della prima abitazione. Il secondo, invece, riguarda la possibilità di avere una garanzia statale che permette l’accesso ad un mutuo fino a 250mila euro. In questo modo, potrà essere coperto fino al 100% del costo dell’abitazione. Ne consegue che, grazie alla garanzia dello Stato, non sarà più necessario versare un anticipo che copre almeno il 20% del prezzo.

Negli ultimi due anni, le domande per i mutui hanno subito un forte rialzo. Ciò è dovuto soprattutto ai giovani. Sono proprio loro, infatti, i maggiori acquirenti delle prime abitazioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus verde 2021, 1800 euro senza ISEE fino al 31 dicembre: ecco come ottenerlo

Mutuo under 36: davvero per tutti i giovani?

Mutuo under 36Prima di quantificare l’efficacia del mutuo under 36 è importare verificare il numero di finanziamenti che diventeranno realmente effettivi.

Una volta effettuata la richiesta di agevolazione, quest’ultima passerà dalla banca alla Consap, cioè il fondo pubblico che fornisce la garanzia. Tuttavia, dopo questo passaggio, non è detto che il finanziamento possa essere concesso. Ad esempio, se si è in possesso di un reddito mensile pari a mille euro, non potrà essere erogato un mutuo da 500 euro.

L’ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha condotto, in merito, un’analisi sui dati relativi agli ultimi anni raccolti da Consap. Ne è emerso che da gennaio 2015 a febbraio 2020, vi sono state oltre 172mila richieste di finanziamento. Il controvalore è stato superiore a 19 miliardi di euro, di cui 14,8 sono già stati erogati. E delle operazioni convalidate, solo il 59,3% ha riguardato i giovani tra i 20 e i 35 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 4 =