Napoli, 20enne reagisce alla rapina e gli sparano: è il secondo episodio in una settimana

0
205
Napoli 20enne reagisce alla rapina

Napoli 20enne reagisce alla rapina: criminali gli avrebbero sparato. La vicenda, avvenuta nella tarda nottata, ha come protagonista un ragazzo – incensurato – che si è opposto a un tentativo di rapina. Il giovane sarebbe riuscito a tornare a casa nonostante la ferita riportata. Il padre, poi, lo avrebbe accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini.
Le indagini sono state affidate alla Polizia di Stato che ha già raccolto il racconto della vittima ed effettuato diversi sopralluoghi sul luogo dell’accaduto.

Ti consigliamo come approfondimento – Verona, spari contro alcuni migranti con proiettili di gomma: feriti alla gola e alla testa

Napoli 20enne reagisce alla rapina: la vicenda

Napoli 20enne reagisce alla rapinaIl 20enne protagonista e vittima della vicenda sarebbe stato bloccato da due rapinatori all’altezza del deposito dell’Anm Stella Polare, tra via Benedetto Brin e via Alessandro Volta, in prossimità del distributore di benzina dove è stato ferito l’ingegnere pochi giorni fa. Secondo il racconto del ragazzo due uomini – anche loro a bordo di uno scooter – lo avrebbero affiancato e gli avrebbero intimato di accostare e di consegnargli il motorino. Al rifiuto del 20enne, uno dei due uomini avrebbe esploso un colpo, dandosi poi alla fuga. Colpo che ha ferito il giovane al fianco. Nonostante la ferita è riuscito a tornare a casa; il padre lo ha accompagnato al Pronto Soccorso dell’ospedale Pellegrini. I medici che lo hanno medicato hanno escluso il pericolo di vita. Per lui dieci giorni di prognosi.

Ti consigliamo come approfondimento – Dramma in casa, mamma si getta dal balcone con il figlio in braccio: lei muore, il piccolo è grave

Napoli 20enne reagisce alla rapina: le indagini

pomigliano e baby gang
Ph dalla pagina ufficiale Facebook della Polizia di Stato

Come era stato anticipato, le indagini sono state affidate alla Polizia di Stato, che, non appena informata dell’accaduto, ha subito raggiunto il ragazzo presso l’ospedale Pellegrini e ha raccolto il suo racconto. Gli agenti hanno effettuato anche dei sopralluoghi in via Volta e nelle zone attigue. Gli inquirenti sperano di trovare preziose informazioni nelle registrazioni di alcune telecamere di sorveglianza presenti in zona.
Una delle ipotesi caldeggiate dagli investigatori è quella secondo cui la coppia potrebbe essere la stessa dello scorso mercoledì. In quell’occasione l’uomo, un ingegnere di 32 anni, è stato ferito a una gamba.

Ti consigliamo come approfondimento – Attentato San Pietroburgo, arrestata Daria Trepova: ha ucciso il blogger russo Tatarsky

Borrelli: “Vanno fermati e messi in galera”

rapina Boscoreale ottico
Francesco Emilio Borrelli,
fonte: francescoemilioborrelli.eu

Sull’episodio si registrano anche le parole del deputato Alleanza Verdi-Sinistra, Francesco Emilio Borrelli. Il suo commento in una nota:
C’è bisogno che si capisca in fretta se si tratti di rapinatori seriali, coinvolti in questi due ultimi episodi, perché vanno fermati e messi in galera. È gente dal grilletto facile che mostra zero rispetto per la vita umana, pronta ad uccidere per una moto.
Tante zone sono completamente in balia di criminali e di gente armata che semina il terrore nelle strade. Qui lo Stato deve intervenire con veemenza e determinazione per ripristinare legalità e sicurezza, in certe aree sarebbe necessario l’esercito. Oltre la prevenzione, serve un vero deterrente, oggi assistiamo a condanne sin tropo blande. Al contempo c’è bisogno di recuperare certi territori eliminando disagio sociale, povertà e la cultura dell’illegalità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =