Italia, arrestato il Re del riciclaggio: in 30 anni ha riciclato 290 milioni di euro per vari clan

0
68
Napoli arrestato imprenditore riciclaggio, latina tentato omicidio, Napoli omicidio Ponticelli, Barletta boss video TikTok,

Napoli arrestato imprenditore riciclaggio, per 290 milioni di euro. Questo quanto emerso dalle indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Bologna e Milano. Secondo quest’ultime infatti l’uomo, per 30 anni, avrebbe riciclato i soldi di diversi clan attraverso intestazioni fittizie di beni. Tra questi i clan dei Di Lauro, degli Scissionisti, dei Mallardo, Puca, Verde e Perfetto. L’arresto avviene questa mattina, nelle prime ore della giornata. Gli agenti hanno provveduto (e stanno provvedendo) anche al sequestro dei beni mobili e immobili.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, maxi-blitz anticamorra a Pianura: 29 indagati per droga e omicidio

Napoli arrestato imprenditore riciclaggio: ciò che è emerso dalle indagini

Napoli arrestato imprenditore riciclaggio, Concorso Allievi Marescialli Guardia Finanza 2022
Dal profilo Facebook ufficiale della Guardia di Finanza

Le prime ore di oggi, segnano una giornata importante nella storia della lotta al riciclaggio. Di fatto è stato scoperto, dalle fiamme gialle di Bologna e Napoli, un “pezzo da novanta”. Un imprenditore che avrebbe riciclato circa 290 milioni di euro, negli ultimi trent’anni per diversi clan della camorra. Si parla dei Di Lauro e degli Scissionisti. Così dei Mallardo, dei Puca, dei Verde e dei Perfetto. L’imprenditore, attraverso l’intestazione fittizia di beni mobili e immobili (che la finanza sta sequestrando) avrebbe permesso il riciclaggio del denaro. Ciò che poi stupisce è che l’uomo risultasse un nullatenente.

Ti consigliamo come approfondimento-Camorra, ancora minacce a don Patriciello. Trovato un cartello minatorio: “Bla bla bla per adesso”

Napoli arrestato imprenditore riciclaggio: era nullatenente

, napoli tabaccaio arrestato, laura ziliani figlie arrestate, Bari reddito cittadinanza, assalto cgil arrestato franzoni,L’imprenditore in questione risultava nullatenente, assurdo ma verso. Di fatto era una “fantasma” come si suol dire. O meglio ancora un centro di canalizzazione degli interessi di vari clan in vari settori. Soprattutto quello degli immobili. Per anni non si è prestato al pagamento delle imposte, investendo anche il denaro evaso nell’edilizia. Il controllo fiscale svolto nei suoi confronti ha poi rivelato un altro dato su di lui. L’uomo, dal 1993 al 2021 infatti non aveva effettuato dichiarazioni dei redditi. Quest’ultime risultavano praticamente inesistenti. Se messe a confronto con la disponibilità finanziaria del soggetto.

 Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, duro colpo alla Camorra: arrestate 31 persone e sequestrati 25 mln

Napoli arrestato imprenditore riciclaggio: le proprietà dell’imprenditore

Napoli arrestato imprenditore riciclaggioCiò che stupisce è come l’uomo abbia potuto costruire un impero con il riciclaggio. Senza che per trent’anni nessuno si accorgesse di nulla nonostante gli errori fiscali. Di fatto parliamo di 290 milioni di euro tra beni mobili e immobili. La finanza ha posto infatti sotto sequestro 12 società, 16 autoveicoli, 37 rapporti finanziari e 639 immobili e terreni. Il tutto sparso in varie province d’Italia. Tra queste rientrano quella di Napoli, di Benevento, di Caserta. Così come quelle di Latina, Ravenna, Bologna e di Sassari. Un vero e proprio impero costruito grazie al riciclaggio per trent’anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 4 =