Napoli, piazza San Giovanni senza regole prima della zona arancione

0
130
napoli assembramento piazza San Giovanni

A Napoli assembramento piazza san Giovanni Maggiore. É ciò che accade un giorno prima del passaggio della regione in zona arancione. La piazza, conosciuta come “piazzetta orientale”, diventa scenario di un maxi assembramento senza precedenti. 

Ti consigliamo come approfondimento – Covid-19, allarme varianti: un nuovo lockdown alle porte?

Napoli assembramento piazza San Giovanni: le foto

napoli assembramento piazza San Giovanni
Fonte: YouTube

Le foto e i video sono iniziati a girare già ieri notte. La zona era, già prima della pandemia, uno dei punti nevralgici della movida della gioventù partenopea. A non essere state rispettate non sono solo le regole contro l’assembramento. Anche i bar che affacciano sulla piazza sono rimasti aperti la sera, violando quindi la regola di chiusura alle 18. Drink sono stati serviti alla folla senza nessun controllo. L’apice è iniziato alle 21, ma il vero afflusso si è raggiunto alle 22, orario in cui sarebbe dovuto partire il coprifuoco. L’affluenza delle persone non è da giustificarsi solo come un segno di protesta per il passaggio in zona arancione. Probabilmente i controlli nella zona dei Baretti nel Vomero ha fatto convergere la folla nella piazza meno controllata. 

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, assembramenti non solo a Napoli. Folle nelle maggiori città italiane

Napoli assembramento piazza San Giovanni, ma transenne sul lungomare

napoli assembramento piazza San Giovanni Diverse sono le misure che saranno adottate a poca distanza da piazza San Giovanni nel weekend. La zona del lungomare infatti sta per essere blindata in questo ultimo fine settimana giallo. Il Comune e la Prefettura di Napoli hanno predisposto transenne per evitare il medesimo scenario sul lungomare avuto durante San Valentino. La zona di transenne inizierà a Via Partenope, percorrendo tutto il lungomare e concludendosi in piazza Plebiscito. L’obbiettivo è quello di coprire le zone più frequentate. Si tratta di misure preventive che però le immagini di ieri sera sembrano smentire. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + 5 =