Napoli, bimbo di 1 anno ricoverato in condizioni disperate: ha un grave trauma cranico!

0
204
Napoli bimbo 1 anno ricoverato

Napoli bimbo 1 anno ricoverato in condizioni disperate all’ospedale Santobono. Il ricovero è avvenuto a seguito di un trauma cranico, le cui circostanze restano ancora tutte da chiarire.
Il piccolo era stato trasportato lo scorso 16 gennaio al Fatebenefratelli, tuttavia con l’aggravarsi delle sue condizioni è stato necessario il suo trasferimento prima al Rummo e poi al Santobono.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, bimbo di 3 anni in arresto cardiaco a scuola: le maestre gli salvano la vita!

Napoli bimbo 1 anno ricoverato: le condizioni

Napoli bimbo 1 anno ricoveratoIl primo ricovero, quindi, è avvenuto lo scorso 16 gennaio. Il bimbo, di appena un anno, originario di un paese in provincia di Benevento, era stato trasportato dai genitori al Fatabenefratelli al seguito di un trauma cranico. Come si apprende dalle pagine de Il Riformista, con il passare dei giorni, pare che le condizioni del piccolo siano progressivamente peggiorate. Per tal motivo è stato necessario il suo trasferimento ad altra sede ed è stato trasferito all’ospedale Rummo. Quest’ultimo è dotato di terapia intensiva pediatrica.

Tuttavia, le condizioni del piccolo non sono migliorate e si è visto il bisogno di un secondo trasferimento. Infatti, con l’elicottero il bimbo di 1 anno è stato trasferito al nosocomio pediatrico Santobono di Napoli. All’inizio della settimana è stato ricoverato in prognosi riservata ed è costantemente monitorato dai medici. 

La dinamica che ha portato il piccolo ad avere quel grave ematoma al capo risulta essere ancora poco chiara. 

Ti consigliamo come approfondimento – Shock, ospedale gli nega il trapianto di cuore perché non è vaccinato contro il Covid!

La dinamica dei fatti

Bimbo sordo meningite, samuele video mamma, Napoli bimbo 1 anno ricoverato Sempre come riferisce Il Riformista, la dinamica dell’incidente che avrebbe procurato il trauma cranico al piccolo risulta essere ancora poco chiara.  Per questo motivo, i carabinieri del comando provinciale di Benevento hanno ascoltato più volte i genitori.
Nonostante ciò, non è stata fatta chiarezza.
Sembra, infatti, che né il padre né la madre siano in grado di fare chiarezza sulla questione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 + sei =