Napoli, esplode bomba carta davanti la sede delle Poste centrali: non è esclusa pista anarchica

0
690
Napoli bomba carta

Napoli bomba carta esplode in via Monteoliveto, davanti alla sede delle Poste centrali. L’esplosione è avvenuta quest’oggi alle 13.15 di venerdì 3 febbraio. Gli investigatori, che sono sul posto, stanno vagliando diverse piste; tra di esse non si esclude anche quella anarchica. La polizia riferisce che nessuna persona, per fortuna, è rimasta ferita.

Ti consigliamo come approfondimento – Shock al “Resto del Carlino” di Bologna: telefonata annuncia attentato in città per Cospito

Napoli bomba carta esplode davanti alla Poste centrali: l’ipotesi anarchica

Napoli bomba cartaCome è stato poc’anzi anticipato, una bomba carta è esplosa in via Monteoliveto, una zona molto frequentata di Napoli, davanti alla sede delle Poste centrali. Al vaglio degli investigatori ci sono diverse piste. Tra di esse quella che più risalta è senza dubbio la pista anarchica. Ci sarebbero, infatti, diversi elementi che avrebbero indotto gli inquirenti a ipotizzare che l’episodio si colleghi al tema caldo di queste settimane: la detenzione di Alfredo Cospito in regime di 41 bis.

Anzitutto, il luogo in cui è avvenuta l’esplosione: la bomba carta è stata fatta esplodere in un luogo che in genere è molto frequentato e che si trova non molto distante dalla caserma dei Carabinieri Pastrengo. In secondo luogo, ci sarebbe anche un episodio: la scritta con la vernice spray. Nei giorni scorsi, quando già il caso Cospito infiammava il dibattito pubblico, qualcuno ha scritto «41 bis = tortura» con lo spray verde su un muretto del Centro Direzionale. Il muretto in questione è situato vicino a uno degli ingressi del Palazzo di Giustizia.

Ti consigliamo come approfondimento – La Cina circonda Taiwan: 34 aerei e 9 navi intorno all’isola. Taipei attiva i sistemi missilistici

Napoli bomba carta: scattano allarmi in tutta Italia

Attentato Bologna Cospito
Fonte Ansa

La tensione, come si è detto, è alta.
A testimonianza di ciò c’è la terribile telefonata anonima che ‘Il Resto del Carlino’ di Bologna ha ricevuto nelle scorse ore. In quest’ultima veniva annunciato un attentato. L’ignoto telefonista, infatti, avvertiva che nelle prossime settimane “ci sarebbe stato un grave attentato relativo ai fatti di Cospito”. Anche se in questo caso, gli investigatori stanno cercando di capire se si sia trattato di un mitomane o di un uomo legato agli ambienti anarchici.
La situazione è in divenire.  

Ti consigliamo come approfondimento –  Napoli, conosce una ragazza su TikTok ma quando scopre che è trans la picchia: denunciato

Quali sono le condizioni di Alfredo Cospisto?

Rita Calore morta
Dalla pagina FB ufficiale di: Ilaria Cucchi

Le condizioni di Alfredo Cospito risultano essere “a dir poco allarmanti e peggiora di giorno in giorno e di ora in ora”. A riferirlo è la senatrice Ilaria Cucchi che questa mattina ha incontrato Alfredo Cospito. L’anarchico le avrebbe anche riferito che “non vuole incontrare più nessun politico.