Napoli: capotreno aggredita. Sputi e insulti sul Campania Express

0
1196
Napoli capotreno aggredita,

Napoli capotreno aggredita sul Campania Express. Accade all’improvviso, una scintilla di follia. Un giovane senza mascherina e senza biglietto sale sul treno. Il capotreno, una ragazza di 27 anni, gli chiede il titolo di viaggio. Una semplice richiesta che si trasforma in sputi ed insulti. Un gesto ancora più grave tenendo conto del pericolo pandemico in corso. “Un gesto che indigna profondamente” afferma Umberto De Gregorio, Presidente dell’Ente Autonomo Volturno. “Valuteremo ogni azione in sede civile e penale” continua poi porgendo piena solidarietà alla capotreno.

 Ti consigliamo come approfondimento – Afghanistan, il dramma delle madri: lanciano i propri figli oltre il filo spinato

Napoli capotreno aggredita: il racconto dei fatti

ferrovie viaggi, napoli capotreno aggredita,Si tratta di un viaggio come tanti del Campania Express. IL treno che collega Napoli a Sorrento percorrendone tutte le località più importanti. Eppure i fatti che avvengono su quel treno passano agli onori della cronaca. Un ragazzo senza mascherina e biglietto sale sul treno. Il capotreno, giustamente, chiede al giovane di esibire il titolo di viaggio. La risposta di quest’ultimo sono sputi ed insulti rivolti verso la donna di 27 anni. Un gesto tanto indegno quando scellerato, visto anche il periodo pandemico. Un gesto per cui De Gregorio, Presidente EAV, porge doppia solidarietà. “Da capotreno e come donna”. Affermando che si farà di tutto affinché il giovane non la passi liscia.

 Ti consigliamo come approfondimento – Donna 91enne violentata da un 19enne: “L’ho fatto per vendetta”

Napoli capotreno aggredita: le parole del Presidente EAV

interrail olanda, napoli capotreno aggredita,Tuona duro sulla questione Umberto De Gregorio, capotreno e Presidente dell’Ente Autonomo Volturno. “Lo sputo in faccia ad una giovane neoassunta coraggiosa capotreno, da parte di un vandalo” inizia la nota. “Senza mascherina e senza biglietto, indegno dell’essere umano” continua. “Un gesto che indigna profondamente” afferma. “La nostra totale doppia, come capotreno e come donna, solidarietà alla donna capotreno”. Ma non si ferma qui. “Valuteremo ogni azione in sede civile e penale” sostiene De Gregorio. “In questo paese troppe persone sembra abbiano perso il senno e pensano di farla comunque franca”. Poi ritorna sulla ragazza. “Le ho telefonato personalmente, ha mostrato forza e coraggio e lunedì sarà di nuovo al lavoro”. Conclude poi porgendole tutta la stima e l’apprezzamento possibile.