Napoli, busta insanguinata inviata al Consolato Ucraino: conteneva occhi di animale

0
1261
napoli controlli pasqua

Napoli Consolato Ucraino busta, arriva insanguinata, al suo interno ci sono occhi di animale. Non è l’unica, in Europa altri casi simili. Il Ministero degli Esteri ucraino denuncia l’accaduto e parla di un piano coordinato. Di fatto atti simili sono stati effettuati anche in diverse sedi dell’autorità ucraine sparse per l’Europa. Sull’episodio in questione, avvenuto a Napoli, indaga la Polizia di Stato. Si pensa ad azioni fatte in segno di protesta per il conflitto in corso tra Ucraina e Russia.

Ti consigliamo come approfondimento – Ucraina, centinaia di bambini rischiano di morire per il freddo: i russi hanno distrutto le infrastrutture elettriche

Napoli Consolato Ucraino busta: la vicenda a Napoli

Napoli Consolato Ucraino busta, Poliziotta violentata porto NapoliPrima di concentrarci sull’Europa, sulle vicende simili e su quanto riferito dal Ministero degli Esteri ucraino, parliamo di Napoli. Quanto accaduto è di fatto già finito sotto indagine. Una busta insanguinata è stata recapitata al Consolato Generale Ucraino, situato in via Giovanni Porzio. La busta giunta dunque nei pressi del Centro Direzionale pare essere un chiaro messaggio. C’è chi sostiene di protesta e chi intimidatorio. Fatto sta che, contenuto al suo interno, vi erano degli occhi di animale. Un messaggio, la si può pensare, simile a quello delle teste di capra fuori dalla porta. Chi sia stato a inviarla è ancora ignoto. Si parla di un’azione coordinata in tutta Europa.

Ti consigliamo come approfondimento – Ucraina, morto foreign fighter italiano: aveva solo 27 anni. Il padre: “È morto da eroe!”

Napoli Consolato Ucraino busta: le similitudini europee

Napoli Consolato Ucraino busta, no deal hard brexit europaUn gesto simile non si è limitato soltanto alla città di Napoli. Anche altri paesi europei sono stati “vittima” di quest’azione di protesta coordinata. A riferirlo è l’agenzia di stampa ucraina Unian. Pacchi insanguinati con occhi di animali sono giunti anche in altri paesi oltre all’Italia. Ovvero: Croazia, Polonia, Ungheria e Paesi Bassi. Inoltre alcuni ignoti avrebbero anche danneggiato l’ingresso della residenza dell’ambasciatore ucraino in Vaticano. Avrebbero infatti cosparso la porta, le pareti e le scale con escrementi. Un’allarme bomba, senza riscontro, si è verificato all’ambasciata in Kazakistan. Negli Stati Uniti invece è stata recapitata all’ambasciata una lettera con la fotocopia di un articolo che criticava l’Ucraina. Tutte le lettere sono arrivate contemporaneamente in tutte le sedi.

Ti consigliamo come approfondimento – Guerra Ucraina, Pentagono sicuro: “Kiev sta contrattaccando, russi in seria difficoltà!”

Napoli Consolato Ucraino busta: le parole del Ministro Kuleba

Napoli Consolato Ucraino busta, Bono contro Putin, Nobel Pace 2022 Ales BialiatskiA parlare dell’accaduto è il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. Quest’ultimo infatti parla chiaramente di ciò che secondo lui rappresenta tutto ciò. “Una campagna ben pianificata che mira a intimidire e terrorizzare le ambasciate e i consolati dell’Ucraina”. A riguardo però aggiunge che: “Vi assicuro che tutti questi tentativi sono risultati inutili“. Di fatto sostiene: “Continueremo a lavorare efficacemente per la vittoria dell’Ucraina“. Qualcuno dunque ha provato a mettere paura ai diplomatici ucraini, ma il tentativo sembrerebbe fallito. Ora, su tutto ciò, si aprirà una grande inchiesta, per comprendere l’origini e soprattutto chi si trova dietro questa iniziativa intimidatoria.