Napoli, oltre 40 contagiati in 2 giorni a scuola: interviene Protezione Civile

0
238
napoli covid scuola

Napoli Covid scuola – i dati della ASL Napoli 1 non fanno sperare in bene. Più di quaranta contagiati sono stati registrati tra ieri e oggi. A essere colpiti sono studenti di ogni grado ed età, nonostante la DAD non sia ancora terminata per molti. Al fine di scongiurare ulteriori positivi, la Protezione Civile sta organizzando delle squadre per il monitoraggio delle strade.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli Tragedia Solfatara, arriva la sentenza: 1 condanna, 5 assoluzioni

Napoli Covid scuola: il ritorno in presenza

protesta studenti Napoli
Dal gruppo Facebook Tuteliamo i nostri figli Campania

A essere ritornati alle lezioni in presenza sono state le scuole medie, lo scorso lunedì 25 gennaio. A meno di una settimana, i contagi da Covid-19 sono nuovamente in salita tra studenti di tutte le età. Sebbene i licei riaprano il prossimo 1 febbraio, anche gli alunni delle superiori si trovano ora in quarantena. La causa? Negli scorsi giorni si sono tenute numerose manifestazioni contro il ritorno delle attività in presenza. Adesso, contagi anche per i familiari di ognuno, tre per ciascuno circa. Una piccola parte di positivi al tampone sono anche professori e insegnanti, solo quattro nella giornata di oggi. A segnalarlo sono le Unità Operative di Prevenzione tramite i bollettini della ASL Napoli 1. Le zone coinvolte sono (per distretto sanitario):

  • Bagnoli e Fuorigrotta;
  • Chiaia, San Ferdinando e Posillipo;
  • Arenella e Vomero;
  • Chiaiano, Piscinola e Mariglianella;
  • San Carlo all’Arena;
  • San Lorenzo, Vicaria e Poggioreale;
  • Ponticelli, Barra e San Giovanni a Teduccio.
Ti consigliamo come approfondimento – De Luca: “Fase critica. La didattica in presenza non deve superare il 50%”

Napoli Covid scuola: interviene la Protezione Civile

napoli covid scuola
Logo della Protezione Civile della Regione Campania

La Protezione Civile, con tutti i suoi collaboratori e volontari, è pronta a dare un concreto sostegno all’emergenza sanitaria. A partire dalla prossima settimana, delle squadre di sorveglianza si riverseranno per le strade, con l’intento di monitorare la questione degli assembramenti. Particolare attenzione verrà prestata presso stazioni ferroviarie, fermate di autobus, tram, pullman e davanti le scuole. Verrà controllato il flusso di persone durante, specialmente, le ore di punta. Nelle scorse ore si è difatti discusso del piano in questione. A partecipare alla riunione sono stati i rappresentati di:

  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Ministero dell’Istruzione;
  • Regione;
  • Città Metropolitana di Napoli;
  • Comune di Napoli;
  • Comuni dell’area Metropolitana di Napoli;
  • Principali aziende di trasporto pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 3 =