Napoli, emergenza rifiuti: la città invasa da immondizia, topi e cattivo odore

0
210
Napoli emergenza rifiuti
Dalla pagina Facebook ufficiale di "AsiaNapoli"

Napoli emergenza rifiuti causata dagli scioperi e dalle ferie dei netturbini. Alcune strade di Napoli erano invase dall’immondizia a causa della mancata raccolta per colpa di uno sciopero nazionale e delle ferie estive. Si sono create delle discariche a cielo aperto nelle vie della città di Napoli.

Ti consigliamo come approfondimento-Campania, Fulvio Bonavitacola: “Entro il 2023 gestiremo da soli i rifiuti”

Napoli emergenza rifiuti: vie invase dall’immondizia

Napoli emergenza rifiutiIl centro storico della città di Napoli è stato invaso dai cumuli di immondizia per le strade. Infatti, a causa dello sciopero nazionale del 30 giugno e dell’inizio delle ferie estive, la situazione è stata disastrosa. In diversi quartieri della città di Napoli erano accumulate diverse piramidi di sacchetti. Tra le strade spiccano la zona della Riviera di Chiaia, il lungomare, corso Vittorio Emanuele e via Salvator Rosa. Durante la notte scorsa si è tentato di rimuovere la maggior parte dei sacchetti ma la mancanza di personale ne ha limitato le possibilità. Inoltre, il caldo di questi giorni ha anche causato l’aumento di cattivi odori provenienti dai rifiuti lasciati al sole. Queste discariche all’aperto sono poi diventate anche rifugio per ratti, insetti, gabbiani e piccioni.

Ti consigliamo come approfondimento-Governatore De luca indagato: inchiesta su ecoballe e smaltimento rifiuti

Napoli emergenza rifiuti: risolta. Succederà ancora ?

Napoli emergenza rifiutiMoltissimi rifiuti del centro storico di Napoli da via Salvator Rosa fino a San Giovanni a Teuduccio non sono stati raccolti. La mancata raccolta è stata causata principalmente dallo sciopero nazionale degli operatori ecologici. Tale sciopero ha registrato una forte adesione tra i dipendenti dell’Asìa nella città di Napoli. Secondo le stime dell’Asìa, azienda dell’igiene urbana del Comune di Napoli, circa la metà dei rifiuti non sono stati raccolti. Inoltre, ad incrementare il problema vi era l’inizio del periodo delle ferie estive. Durante la scorsa notte si è tentato di sopperire alle mancanze dei giorni scorsi con turni supplementari. Nonostante ciò, alcune zone della città erano ancora sommerse dai sacchetti lasciati in strada. Inoltre, adesso c’è il timore che la situazione possa riverificarsi, rallentando così la ripresa del turismo in città.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 + 8 =