Napoli eplosione ospedale: voragine nel parcheggio dell’Ospedale del Mare

0
340
Napoli esplosione ospedale

Napoli esplosione Ospedale – Ospedale del Mare, alle prime luci dell’alba: mentre un boato si faceva largo nel buio più totale, si apriva una voragine nel parcheggio interno del nosocomio. Nessun ferito ma molta paura per chi era nei pressi del Covid Center, poi evacuato. Si sarebbe trattato di un guasto alle condutture dell’ossigeno che si trovano nel sottosuolo.

Ti consigliamo come approfondimento – Tecnologia O-Arm: l’innovazione all’Ospedale del Mare

Napoli esplosione Ospedale del Mare: Voragine di circa 2000 metri quadrati

Napoli esplosione ospedaleTra le 06.30 e 6.45 di questa mattina all’Ospedale del mare di Ponticelli si è aperta una voragine. Inghiottite tre auto ma senza feriti. All’ospedale, presidio dell’Asl Napoli 1, nella prima parte della pandemia, è stato allestito un Covid center. Il Covid residence è stato subito evacuato, mentre sul posto vigili del fuoco e polizia indagheranno sui fatti. 

Ti consigliamo come approfondimento – Il vaccino italiano è superefficace

Il boato è stato determinato da un’implosione che ha generato la voragine. Il tutto è avvenuto nell’area riservata alle auto del personale. La voragine misura circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri. Molta paura ma nessun ferito. I testimoni, tra medici e pazienti, parlano di un boato e del successivo cedimento della strada.

Dalle prime supervisioni dei vigili del fuoco si pensa che il cedimento sia stato causato dall’interno. Quasi sicuramente problemi alle condutture dell’ossigeno o comunque dei gas ospedalieri. Tutto l’ospedale per ora è senza acqua e senza elettricità. 

Ti consigliamo come approfondimento – Il laser e l’innovazione tecnologica vincono il tumore all’Ospedale del Mare

Napoli esplosione Ospedale del Mare: Comunicato dell’Asl Napoli 1

Napoli esplosione ospedale“Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica. Al momento non c’è alcun elemento che induca a fare pensare a un atto doloso“. Si legge nel comunicato. In mattinata è arrivato sul posto il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha incontrato il direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 − tredici =